Commenti ETP
Typography

Perché le obbligazioni societarie high yield denominate in USD possono essere determinanti per gli investitori in cerca di rendimento....

Nella ricerca di rendimento, gli investitori si rivolgono sempre più spesso ai titoli societari high yield denominati in USD.

Questo perché, nel lungo periodo, le obbligazioni statunitensi offrono un notevole vantaggio di rendimento rispetto, per esempio, alle obbligazioni high yield dell’Eurozona. Come regola generale, segmenti di investimento comparabili dovrebbero offrire performance analoghe a lungo termine, tuttavia nei 15 anni fino a metà marzo 2018 il mercato high yield USA ha registrato una performance annualizzata superiore dello 0,4% circa.[1] Questo fenomeno è spiegato in parte dai rendimenti disponibili sul mercato. Il rendimento attuale delle obbligazioni societarie liquide ad alto interesse è pari a 6,1% sul mercato USA, mentre nel mercato in euro il rendimento equivalente si attesta a 2,7%[2]. Anche al netto dei costi di copertura valutaria, l’indice USA risulta comunque interessante per gli investitori dell’Eurozona.

Il fattore principale all’origine dei rendimenti superiori è la diversificazione molto più ampia dei rating nel segmento USA. Questo perché, semplificando, nell’Eurozona il segmento high yield rimane saldamente ancorato alla classificazione investment grade. Oltre due terzi delle società dell’indice iBoxx EUR Liquid High Yield hanno un rating “BB”, solo un grado al di sotto del rating investment grade più basso (BBB). Il rating “CCC”, che comporta un maggior rischio di default ma offre anche rendimenti elevati, si trova molto raramente nel mercato EUR ad alto interesse. Per contro, sul mercato USD ad alto interesse le classificazioni inferiori B e CCC sulla scala dei rating rappresentano oltre il 50% dell’intero segmento. Questa quota maggiore nel sotto-segmento a più alto rendimento (ovvero quello delle società con rating inferiori) significa che il mercato USD ad alto interesse offre nel complesso rendimenti superiori rispetto all’Eurozona. Poiché nel 2018 i tassi di default dovrebbero diminuire nel segmento obbligazionario high yield[3], in generale le obbligazioni ad alto rendimento in USD sono ancora interessanti per gli investitori Euro in cerca di rendimenti.

Quale ruolo può svolgere il segmento high yield USD in un portafoglio d’investimento?

In primo luogo, consideriamo il caso di un investitore orientato al rendimento, con un target di bassa volatilità, che sia disposto a tollerare solo un moderato aumento del rischio. Secondo il nostro modello basato su cinque parametri (sensibilità ai tassi di interesse, valutazioni, rischio di credito, liquidità di mercato and diversificazione), gli indici USD ad alto interesse offrono attualmente le migliori valutazioni per questa  tipologia di investitore. Questo anche perché le obbligazioni ad alto rendimento hanno una duration (ovvero la sensibilità alle oscillazioni dei tassi di interesse e dei premi per il rischio di credito) relativamente breve. In base a questa metodologia, i titoli governativi dei mercati emergenti e le obbligazioni societarie asiatiche sono al secondo posto in termini di attrattività.

Naturalmente, le obbligazioni high yield in USD possono avere un ruolo anche in un portafoglio multi-asset orientato al reddito, in quanto producono un rendimento superiore ai dividendi tradizionali, offrendo al contempo un potenziale di diversificazione rispetto alle azioni[1]. Per esempio, un portafoglio di titoli a dividendo parametrato al benchmark MSCI World High Dividend offre attualmente un dividend yield del 3,87% con una volatilità pari a 18,7%. L’integrazione del 35% di obbligazioni high yield in USD, misurata dall’Indice Bloomberg Barclays US Corporate High Yield TR, determina un reddito atteso del 4,66% con una volatilità pari al 14%.

Conclusioni: nonostante i picchi di rendimento del 10% registrati dall’asset class nel 2011 e nel 2016 appartengano ormai al passato, le obbligazioni high yield in USD possono essere ancora interessanti, in particolare per gli investitori orientati al rendimento e/o al reddito. I rendimenti relativamente più elevati nell’attuale contesto e la storica stabilità, negli ultimi anni, dei prezzi delle obbligazioni high yield in USD rispetto alle azioni sono fattori decisivi in tal senso.


[1] La correlazione a cinque anni tra l’indice Markit iBoxx Liquid USD High Yield e l’indice S&P 500 era pari al 57% in data 29.12.2017

[1] Markit iBoxx EUR High Yield unconstrained Index in euro, confrontato con Bloomberg Barclays US Corporate High Yield TR Index in USD; 1.3.2003-16.3.2018; Fonte: Bloomberg

[2] Dati basati su Markit iBoxx EUR Liquid High Yield Index TRI, Bloomberg Barclays US HY Very Liquid Index ex 144A TR Index Value Unhedged Index; al 16.3.2018; Fonte: Bloomberg

[3] Fonte: Studio annuale Moody’s sui default: Default societari e tassi di recupero, 15 febbraio 2018

Source: ETFWorld

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione

logo

Investitori professionali

Importanti avvertenze legali

Per poter accedere alle informazioni di questo portale web è necessario leggere e accettare le seguenti note legali e termini.
Se non si è compreso il contenuto del sito o se non si soddisfano tali condizioni, non si potrà procedere ulteriormente, rifiutando l’accettazione di tali termini.
Le informazioni presenti nel portale web sono disponibili soltanto per i soggetti considerati Investitori Professionali secondo il diritto italiano.
Chi non soddisfa tali requisiti non può proseguire oltre e deve abbandonare il portale.