ETFWorld.it

Amundi ETF annuncia una raccolta record di 4 miliardi di euro nel 2016

Amundi ETF annuncia risultati record e una crescita consistente nel 20161. Questo successo è stato trainato dal lancio di nuovi prodotti e dallo sviluppo del business…….

Se vuoi ricevere le principali notizie riguardanti gli ETF e gli ETC iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.  Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


{loadposition notizie}


Fannie Wurtz, Managing Director di Amundi ETF, Indexing e Smart Beta


Costi competitivi e innovazione alla base della crescita di Amundi ETF nel 2016

Costi competitivi ed innovazione al servizio dei clienti sono stati determinanti per Amundi ETF nel conseguire oltre 4 miliardi di euro di nuove masse in gestione nel 20161. Questo risultato porta il totale delle masse in gestione della gamma Amundi ETF a 25 miliardi di euro1 con un tasso di crescita annuale di quasi il 27% nel 2016 (contro il 14,5% della media di mercato)2.

Di seguito alcuni dei prodotti che meglio hanno risposto alle esigenze degli investitori nel 2016:

la gamma azionaria Amundi ETF esposta ai mercati emergenti globali e regionali ha attratto oltre il 40% del totale dei flussi del mercato europeo degli ETF in analoghe esposizioni nel 20163, grazie alla significativa competitività dei prezzi. Questa gamma è disponibile a spese correnti4 dello 0,20%, ovvero le più basse disponibili in Europa5. Di conseguenza, AMUNDI ETF MSCI EMERGING MARKETS ETF UCITS ha superato i 2 miliardi di euro di masse in gestione6.

la nostra gamma di ETF innovativi a reddito fisso, progettata per supportare gli investitori nella propria ricerca di rendimento, tra i quali: o la gamma di ETF a tasso variabile denominati in USD (Floating Rate Notes), recentemente lanciata, che risponde all’esigenza degli investitori di trovare una fonte di rendimento e alla stesso tempo di coprirsi dal potenziale aumento dei tassi di interesse negli Stati Uniti. AMUNDI ETF FLOATING RATE USD CORPORATE UCITS ETF, disponibile anche con copertura EUR/USD, ha registrato afflussi di oltre 1,3 miliardi di euro nel corso dell’anno6. o AMUNDI ETF BBB EURO CORPORATE INVESTMENT GRADE UCITS ETF, il primo ETF lanciato in Europa 7 che permette un’esposizione al rendimento del debito Corporate BBB, ovvero Investment Grade, con un rischio inferiore rispetto a quello dell’universo High Yield. Questo ETF ha raccolto oltre 130 milioni di euro di nuove masse nel 20166.

l’innovativa gamma Smart Beta di Amundi ETF, completata nel 2016 con un nuovo ETF multi fattoriale sull’azionario europeo, in collaborazione con il fornitore di indici ERI Scientific Beta. Amundi ETF ha inoltre rafforzato la propria gamma di esposizioni mono fattoriali sull’indice MSCI Europe, a prezzi competitivi. Nel complesso, la gamma ETF mono e multi fattoriali di Amundi ha raccolto quasi 1,2 miliardi di euro di nuove masse nel 2016, portando il totale delle masse in gestione in ETF Smart Beta a oltre 2,1 miliardi di euro6.

Forti ambizioni di sviluppo per il 2017

Oltre ad incrementare la propria quota nel mercato istituzionale, uno degli obiettivi principali di Amundi ETF per il 2017 sarà il rafforzamento della propria collaborazione con i distributori. L’ampliamento della gamma di ETF a replica fisica, iniziata nel 2016 con cinque prodotti azionari core, sarà utile per lo sviluppo di nuove partnership, in particolare attraverso lo sviluppo di wrapper in ETF per i distributori. Queste soluzioni combinano le competenze di Amundi nell’advisory, gestione bilanciata e soluzioni a capitale protetto 8, facendo leva sulle relazioni consolidate con i distributori in tutto il mondo.

Per meglio accompagnare gli investitori nelle proprie scelte di asset allocation, Amundi ETF continua a considerare l’innovazione come un driver chiave di sviluppo nel 2017, in primo luogo nell’universo del reddito fisso, per affrontare le sfide poste dai bassi tassi di interesse e altresì nell’universo Smart Beta, per gestire al meglio i rischi e catturare i premi al rischio.

Fannie Wurtz, Managing Director di Amundi ETF, Indexing e Smart Beta, commenta: “Amundi ETF è stata in grado di ottenere risultati molto positivi nel 2016, con una raccolta record e una crescita consistente. Nel 2016 gli investitori hanno selezionato Amundi come partner di riferimento per la gestione passiva, per le sue indiscusse competenze nella replica e per i costi competitivi. Questo anno di successo conferma la solidità di Amundi ETF e la sua capacità di fornire soluzioni innovative e competitive nel lungo periodo. Nel 2017, forti del sostegno e dell’esperienza di Amundi, continueremo ad espandere la nostra attività a nuovi segmenti di clientela”.

1 Fonte : Amundi ETF, Indexing and Smart Beta dati al 31/12/2016 – Esclusi i dati relativi alla joint venture SBI Funds Management.

2 Fonte: Amundi ETF, Indexing & Smart Beta, dati basati su” European ETF Market Review 2016” pubblicato da da Deutsche Bank.

3 Fonte : Amundi ETF, Indexing & Smart Beta dati al 31/12/2016, calcolati su analoghe esposizioni.

4 Spese correnti annuali, tasse incluse. Per i fondi Amundi ETF, le spese correnti, come riportato nel KIID, corrispondono al Total Expense Ratio.     Le spese correnti rappresentano le commissioni addebitate al fondo su base annuale. Qualora il fondo non abbia ancora chiuso il primo bilancio annuale, le spese correnti vengono stimate. Il TER è una misura che rapporta i costi di gestione e operativi annuali (tasse incluse) addebitati al fondo con il patrimonio del fondo stesso. In caso di negoziazione di ETF potrebbero essere addebitati costi di transazione e commissioni.

5 Per i mercati emergenti globali e regionali, le spese correnti sono pari allo 0,20%, le più basse del mercato. Fonte Amundi ETF/Bloomberg, dati al 31/12/2016: confronto rispetto agli ETF che replicano lo stesso indice, indipendentemente dal nome, senza considerare i costi applicati dagli intermediari finanziari, direttamente a carico dell’investitore.

6 Fonte: Amundi ETF, Indexing & Smart Beta dati al 31/12/2016.

7 Innovativo al momento della quotazione presso Euronext Paris nell’ottobre del 2015.

Fonte:ETFWorld.it

Articoli Simili

21Shares: Tesla e il Congresso di El Salvador sostengono la ripresa del Bitcoin

Redazione

WisdomTree : 5 buone ragioni per puntare sulle banche italiane

Redazione

VanEck Vectors Semiconductor UCITS ETF raggiunge i 500 milioni di dollari

Redazione