ETFWorld.it

Wurtz Fannie Amundi ETF

Amundi ETF: Flussi del mercato degli ETF nel 2020

 Amundi ETF – Il 2020 anno record per flussi nonostante la pandemia

Se vuoi ricevere le principali notizie di ETFWorld.it iscriviti alle Nostre Newsletters gratuite. Clicca qui per iscriverti gratuitamente


Fannie Wurtz, Head of Amundi ETF, Indexing and Smart Beta


Dicembre

La fiducia degli investitori ha continuato a trainare i flussi a dicembre, con una raccolta a livello globale del mercato degli ETF pari a 81,4 miliardi di euro. Le azioni hanno catturato la maggior parte di questi afflussi, ovvero 62,2 miliardi di euro, mentre poco meno di un quarto, 19,9 miliardi di euro, è stato destinato al reddito fisso.

Nel mese di dicembre, le tendenze osservate a livello globale sono state valide anche per gli ETF registrati in Europa, con afflussi nel comparto azionario pari a 17,9 miliardi di euro, corrispondenti a quasi quattro quinti della raccolta complessiva. A dicembre è proseguito il trend osservato negli ultimi mesi, con sottoscrizioni ai prodotti a reddito fisso a rilento, pari a soli 4,9 miliardi di euro, destinati in gran parte al debito pubblico (2,9 miliardi di euro).

2020

Sebbene la pandemia di Covid abbia causato disinvestimenti dagli ETF sia azionari che a reddito fisso nel mese di marzo, il 2020 si è concluso positivamente, con afflussi complessivi pari 666,7 miliardi di euro, rendendo il 2020 l’anno record in termini di flussi in ETF. Le azioni hanno rappresentato poco più della metà di tali flussi, ovvero 358,2 miliardi di euro, mentre il reddito fisso ha registrato una raccolta di 260,1 miliardi di euro.

Flussi europei del mese       

Obbligazioni

Nel 2020 gli ETF a reddito fisso registrati in Europa hanno ottenuto una raccolta netta pari a 32,7 miliardi di euro.

Proprio come per il comparto azionario, anche il segmento del reddito fisso ha subito disinvestimenti nel primo trimestre, recuperati rapidamente ad aprile poiché gli investitori hanno approfittato delle basse valutazioni del debito societario, nonché del sostegno monetario e fiscale senza precedenti. I flussi in entrata registrati nel corso dell’anno dal debito societario sono stati di 10,7 miliardi di euro.

Gli afflussi nel debito governativo si sono ripresi a partire da giugno, ma gli investimenti in questa asset class hanno superato le obbligazioni societarie nell’ultimo trimestre dell’anno quando gli investitori hanno iniziato ad essere più ottimisti sulle prospettive dei paesi asiatici in particolare. La Cina ha catturato afflussi per 5,3 miliardi di euro, su un totale di 17,4 miliardi di euro destinati a questa asset class nel 2020.

Azioni

Nel 2020 gli ETF azionari registrati in Europa hanno attirato afflussi netti pari a 54,6 miliardi di euro.

La maggior parte della raccolta azionaria si è concentrata nella seconda metà dell’anno, con disinvestimenti da questi prodotti a fine marzo e una ripresa solo a partire dall’estate, per poi accelerare rapidamente negli ultimi mesi dell’anno. Due tipologie di prodotti si sono dimostrate particolarmente apprezzate dagli investitori: gli ETF ESG e gli ETF settoriali/tematici con afflussi complessivi rispettivamente di 36,1 miliardi di euro (stabilendo un nuovo record in termini di afflussi) e 21,2 miliardi di euro.

I prodotti più apprezzati sono stati quelli legati al clima e al settore IT, che hanno catturato 4,5 e 3,0 miliardi di euro. Nella seconda metà dell’anno i flussi verso gli strumenti legati al clima hanno accelerato man mano che la disponibilità di tali prodotti disponibili nel mercato cresceva, anticipando l’atto della Commissione europea sui benchmark climatici, che ha reso questa serie di indici ufficialmente riconosciuta alla fine dell’anno.

Al contrario, non sono stati registrati flussi netti in entrata nelle strategie smart beta, mentre i principali indici hanno chiuso l’anno con afflussi netti inferiori a 5 miliardi di euro, pari a meno di un decimo dell’allocazione complessiva a questa asset class.

A livello regionale, le azioni mondiali hanno catturato la maggior parte dei flussi, pari a 30,5 miliardi di euro, riflettendo la preferenza degli investitori per un’esposizione più ampia. A livello di singoli paesi, il Regno Unito ha registrato la raccolta maggiore, pari a 2,7 miliardi di euro, perlopiù catturata a dicembre in seguito alla conclusione dell’accordo commerciale con l’Unione Europea. La Cina è stato il secondo paese più privilegiato, con afflussi pari a 1,9 miliardi di euro.

Fonte: ETFWorld.it

Articoli Simili

Lyxor ETF Money Monitor: Mercato ETF Gennaio 2021

Redazione

Amundi ETF: Flussi del mercato degli ETF a Gennaio 2021

Redazione

BlackRock ETP Landscape : Lieve crescita a gennaio

Redazione