fbpx
ETFWorld.it

Amundi : Report sui flussi degli ETF relativo a Settembre 2016

Nei primi nove mesi del 2016 il mercato europeo degli ETF ha registrato flussi totali pari a 29 miliardi di euro, con una vasta predominanza di flussi verso le esposizioni a reddito fisso (+ €24,5 mld da inizio anno) rispetto a quelli sull’azionario (+€ 2,7 mld da inizio anno)……

Se vuoi ricevere le principali notizie riguardanti gli ETF e gli ETC iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.  Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


{loadposition notizie}


A cura di Vincenzo Sagone, Responsabile ETF & Indexing Business Unit di Amundi SGR


I flussi sulle esposizioni a reddito fisso si sono concentrati principalmente sul debito corporate (+ € 14 miliardi di afflussi da inizio anno), con una predominanza dei corporate della zona euro (+€ 5,4 miliardi da inizio anno) e dei corporate statunitensi (+ € 3,4 miliardi da inizio anno). Per quanto riguarda i titoli governativi, gli afflussi (+ € 5,3 miliardi da inizio anno) da inizio anno possono essere attribuiti agli ETF sui titoli di stato dei mercati emergenti (+ € 6,7 miliardi da inizio anno), un trend confermato nel mese di settembre (+€ 1,3 miliardi MTD), mentre gli ETF sui titoli di stato della periferia euro hanno registrato deflussi pari a € -1.5 miliardi da inizio anno.

In campo azionario, la preferenza degli investitori si è concentrata sugli ETF azionari su mercati emergenti regionali (+ € 6 miliardi da inizio anno) e sugli smart beta (+ € 5,7 miliardi da inizio anno). Per quanto concerne i singoli paesi, il Regno Unito resta di gran lunga il vincitore con afflussi pari a + € 1,3 miliardi da inizio anno. Le esposizioni all’eurozona rimangono le meno popolari fino ad ora, con deflussi pari a € 4,7 miliardi da inizio anno (ETF senza copertura) e pari a € 1,4 miliardi da inizio anno (ETF con copertura).

Da inizio anno i flussi sull’azionario dei mercati emergenti regionali rappresentano più del 20% dei flussi totali sul mercato degli ETF europei da inizio anno.

Da inizio anno, Gli ETF smart beta hanno registrato quasi il 20% dei flussi totali sul mercato degli ETF europei.

Focus sui flussi degli Smart Beta:

Nonostante un paio di mesi negativi, gli ETF Minimum Volatility rimangono incontrastati nell’universo Smart Beta, ottenendo € 2,9 miliardi da inizio anno, poi seguiti dagli ETF Dividend che hanno superato i multi fattoriali conquistando il secondo posto con + € 1,5 miliardi di afflussi.

Fonte:ETFWorld.it

Articoli Simili

Amundi ETF: Flussi del mercato degli ETF a Ottobre 2020

Redazione

BlackRock ETP Landscape : spostamento verso ETF azionari

Redazione

Lyxor ETF Money Monitor: Mercato ETF Ottobre 2020

Redazione