fbpx
ETFWorld.it

Boost ETP : L’asset under management globale degli ETP short & leverage raggiunge il record di 63 miliardi di dollari

Gli investitori in ETP S&L si stanno riposizionando in modo rialzista sull’azionario e ribassista sull’obbligazionario….

Se vuoi ricevere le principali notizie riguardanti gli ETF e gli ETC iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita Clicca qui per iscriverti gratuitamente.



{loadposition notizie}

Viktor Nossek, Director of Research di WisdomTree Europe


• L’asset under management degli ETP Short & Leverage (S&L) ha raggiunto il record di 63 miliardi di dollari USA alla fine di giugno 2015, con un aumento del 2% dall’inizio dell’anno. La crescita e’ stata guidata dal riposizionamento degli investitori S&L che a livello globale stanno esprimendo posizioni rialziste sull’azionario e ribassiste sul debito;

• Gli ETP azionari short e leverage hanno visto 0,8 miliardi di dollari di flussi netti dato che gli investitori hanno aumentato le posizioni long in azionario europeo e giapponese, mentre hanno tagliato quelle (sia long sia short) in azionario USA;

• Un rialzo dei tassi di interesse, ampiamente atteso, da parte della Fed in combinazione con l’incertezza che circonda la Grecia ha innescato l’accumulo di posizioni short in Treasury e Bund. Gli afflussi cumulativi negli ETP short che replicano il debito a livello globale è salito a 980 milioni dollari quest’anno;

• Il sentiment degli investitori in materie prime ha visto una mancanza di convinzione dovuta a volatilita’ e movimenti laterali registrati dai prezzi petroliferi da febbraio 2015. Gli ETP che replicano il pretrolio greggio hanno mostrato deflussi sia nelle posizioni long sia in quelle short;

• Boost ETP, A WisdomTree Company, ha continuato a vedere crescere gli attivi in gestione raggiungendo 383 milioni di dollari USA e registrando un nuovo record nel turnover mensile con 1,1 miliardi di dollari di controvalore scambiati.

WisdomTree ha annunciato la nuova edizione del “Boost Short & Leveraged ETFs/ETPs Global Flows Report” di giugno 2015. Il report sottolinea un record nel patrimonio in gestione di 63 miliardi di dollari USA per gli ETP S&L registrato alla fine di giugno, che segna anche una crescita del 2% dall’inizio dell’anno. Il report, inoltre, dimostra come a livello globale gli investitori stiano continuando ad incrementare l’utilizzo di ETP Short&Leverage.

Gli investitori in ETP Short & Leverage possono esprimere un sentiment rialzista così come ribassista investendo sia in ETP short sia in quelli leverage. Dal momento che gli ETP short e leverage tendono ad essere tenuti, generalmente, per periodi di tempo più brevi e utilizzati più per un posizionamento di natura tattica, i dati sul patrimonio in gestione e sui flussi di questa categoria, posso fornire informazioni preziose sul sentiment di mercato di una classe di investitori relativamente sofisticata. Il “Boost Short & Leveraged ETFs/ETPs Global Flows Report” evidenzia i flussi e le tendenze negli ETP Short & Leverage attraverso tutte le asset class e le aree geografiche.

Viktor Nossek, Director of Research di WisdomTree Europe ha commentato: “Giugno ha visto gli investitori in ETP Short & Leverage riposizionarsi in modo rialzista sull’azionario e ribassista sull’obbligazionario. Una forte convinzione rialzista verso i mercati azionari di Giappone ed Europa e’ stata evidente nella costruzione di posizioni lunghe e nella chiusura di posizioni corte negli ETP che replicano quei mercati. Allo stesso tempo, gli investitori S&L hanno tagliato la loro esposizione azionaria agli Stati Uniti chiudendo alcune delle loro posizioni long e short. .

Il riposizionamento rialzista dei mercati azionari al di fuori degli Stati Uniti ha determinato afflussi per 0,8 miliardi dollari negli ETP S&L azionari a livello globale. Al contrario, il sentiment verso il reddito fisso si e’ inasprito, dovuto non solo all’incertezza dell’adesione della Grecia all’Unione Economica e Monetaria ma anche alle aspettative dell’aumento dei tassi negli Stati Uniti dato che la Fed avrebbe lanciato alcuni segnali circa la propria disponibilità ad aumentare i tassi prima della fine di quest’anno. Di conseguenza, gli investitori S&L hanno aumentato le loro posizioni corte nei titoli di stato di Stati Uniti e Germania, sostenendo flussi cumulativi negli ETP short che replicano il debito a livello globale, al picco di 980 milioni dollari. Dove gli investitori, invece, hanno mostrato mancava di convinzione e’ stato il petrolio greggio, caratterizzato da un prezzo senza direzione ma volatile che ha costretto gli investitori a ridurre entrambe le posizioni, rialzista e ribassista, nel mese di giugno.

L’introduzione della piattaforma short e leverage di Boost che e’ avvenuta prima in UK a dicembre nel 2012, poi in Italia ad ottobre del 2013 e in Germania alla fine del 2014, sta dimostrando di essere uno strumento utile per gli investitori per coprire i rischi o esprimere visioni di investimento impiegando meno capitale.

Il valore di un investimento in ETP può scendere così come salire e le performance passate non costituiscono un indicatore affidabile di quelle future. Si prega di consultare il prospetto informativo per una descrizione completa dei rischi connessi agli ETP.

Oggi, gli ETP S&L coprono tutte le principali asset class e aree geografiche. In termini di asset allocation, alla fine di giugno, gli ETP azionari sono i più popolari con il 69% del patrimonio totale in gestione (43,2 miliardi dollari), seguiti da debito (15%, 9,6 miliardi dollari) e materie prime (9%, 5,8 miliardi dollari). Rispetto ai mercati azionari, la maggior parte del patrimonio è stata focalizzata sulle societa’ a grande e piccola capitalizzazione degli Stati Uniti (16 miliardi dollari), sugli ETP che replicano i settoriali negli Stati Uniti (6,9 miliardi dollari) e gli azionari europei (6,7 miliardi dollari). In Europa, gli indici europei piu’ diversificati sono più popolari (2,8 miliardi di dollari di AUM), seguiti da Germania (1,5 miliardi dollari), Italia (571 milioni di dollari) e Francia (515 milioni dollari). Rispetto ai mecati obbligazionari, la maggior parte del patrimonio è focalizzata su debito governativo degli Stati Uniti (6,1 miliardi dollari), debito governativo tedesco (1,4 miliardi dollari), debito governativo italiano (308 milioni dollari) e debito governativo della regione Europa ($ 300 milioni). Rispetto alle materie prime, il petrolio è il più popolare (3 miliardi di dollari di patrimonio) seguito da gas naturale (1,1miliardi dollari), oro (693 milioni di dollari) e argento (683 milioni di dollari).

Gli investitori stanno aumentando il loro utilizo di ETP Short e leverage per differenti ragioni. C’è un piu’ ampia disponibilità di prodotti, una maggiore conoscenza data dal miglioramento delle risorse didattico-informative e una maggiore disponibilità di strumenti di copertura e di quelli a leva. C’è anche uno spostamento verso strumenti indipendenti, trasparenti e negoziati sul mercato come ETF ed ETP.

Fonte: ETFWorld.it

Articoli Simili

WisdomTree – Azionario, investire nella Cina a 360 gradi

Redazione

Tabula – Gli ETF per prendere posizione nell’attuale fase di incertezza

Redazione

WisdomTree – Dolce o amaro: due scenari per il cacao nel 2021

Redazione