ETFWorld.it
Image default

Borsa italiana: Dal 22 settembre 2016, in quotazione 2 nuovi ETF emessi da Pimco

A partire da giovedì 22 settembre 2016, in quotazione su Borsa Italiana due nuovi ETF emessi da Pimco (Source)….


Se vuoi ricevere le principali notizie riguardanti gli ETF e gli ETC iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente


{loadposition notizie}

Denominazione/Long Name: PIMCO LOW DUR EUR COR BOND SOU UCITS ETF

Codice ISIN: IE00BP9F2J32

Trading Code: LDCE

Valuta negoziazione: EUR

Differenziale Massimo di prezzo: 1,0%

Quantitativo  minimo di negoziazione: 1

Valuta denominazione: EUR

TER – commissioni totali annue: 0,39 %

Dividendi (periodicità): TRIMESTRALI

PIMCO Low Duration Euro Corporate Bond Source UCITS ETF – Obiettivi e politiche di investimento
 
L’obiettivo di investimento del Comparto PIMCO Low Duration Euro Corporate Bond Source UCITS ETF, perseguito attraverso una gestione attiva ispirata a criteri prudenziali, è di massimizzare il rendimento totale.  
 
Il Comparto sarà investito principalmente in un portafoglio attivamente diversificato di obbligazioni societarie “investment grade” denominate in Euro. La scelta degli investimenti avverrà con criteri “top-down” – che considerano i fattori macroeconomici idonei ad influenzare i mercati nel medio termine – e “bottom-up” – che analizzano i singoli titoli specialmente quelli sottovalutati.
 
Fino al 20% del NAV del Comparto può essere rappresentato da obbligazioni di mercati emergenti, e fino al 10% del NAV del Comparto da titoli “high yield” (a elevato rendimento) al di sotto dell’”investment grade” a condizione che il loro rating sia almeno B- di S&P o equivalente di Moody’s o Fitch, o, in assenza di rating, se siano ritenuti di qualità equivalente dal gestore degli investimenti.  
 
La scadenza media dei titoli obbligazionari nel portafoglio del Comparto sarà tra 0 e 4 anni.
 
Il Comparto potrà essere investito in titoli convertibili in azioni, azioni, titoli collegati ad azioni e relativi strumenti derivai se ritenuti convenienti dal gestore degli investimenti ed idonei a raggiungere gli obiettivi di investimento, fermo restando che i titoli convertibili non potranno rappresentare più del 25% del NAV del Comparto e le azioni non più del 10% del NAV.  
 
Fino al 10% del Comparto potrà essere investito in altri OICR con obiettivi di investimento simili a quelli del Comparto. Il Comparto potrà utilizzare derivati per finalità di copertura, gestione efficiente del portafoglio e di investimento; i derivati dovranno avere come sottostante delle attività in cui il Comparto può investire direttamente.
 
La leva del Comparto può essere tra 0 ed il 500% del Valore Patrimoniale Netto (NAV) del Comparto. Il metodo di calcolo è quello della somma dei nozionali.


Denominazione/Long Name: PIMCO LOW DUR US COR BOND SOU UCITS ETF

Codice ISIN: IE00BP9F2H18

Trading Code: LDCU

Valuta negoziazione: EUR

Differenziale Massimo di prezzo: 1,5%

Quantitativo  minimo di negoziazione: 1

Valuta denominazione: USD

TER – commissioni totali annue: 0,39 %

Dividendi (periodicità): TRIMESTRALI

L’obiettivo di investimento del Comparto PIMCO Low Duration US Corporate Bond Source UCITS ETF, perseguito attraverso una gestione attiva ispirata a criteri prudenziali, è di massimizzare il rendimento totale.  
 
Il Comparto sarà investito principalmente in un portafoglio attivamente diversificato di obbligazioni societarie “investment grade” denominate in Dollari USA. La scelta degli investimenti avverrà con criteri “top-down” – che considerano i fattori macroeconomici idonei ad influenzare i mercati nel medio termine – e “bottom-up” – che analizzano i singoli titoli specialmente quelli sottovalutati.
 
Fino al 20% del NAV del Comparto può essere rappresentato da obbligazioni di mercati emergenti, e fino al 10% del NAV del Comparto da titoli “high yield” (a elevato rendimento) al di sotto dell’”investment grade” a condizione che il loro rating sia almeno B- di S&P o equivalente di Moody’s o Fitch, o, in assenza di rating, se siano ritenuti di qualità equivalente dal gestore degli investimenti. Tale rating minimo B- (o equivalente) non si applica agli investimenti in titoli garantiti da ipoteche o “mortgage backed securities”.
 
La scadenza media dei titoli obbligazionari nel portafoglio del Comparto sarà tra 0 e 4 anni.
 
Il Comparto potrà essere investito in titoli convertibili in azioni, azioni, titoli collegati ad azioni e relativi strumenti derivai se ritenuti convenienti dal gestore degli investimenti ed idonei a raggiungere gli obiettivi di investimento, fermo restando che i titoli convertibili non potranno rappresentare più del 25% del NAV del Comparto e le azioni non più del 10% del NAV.  
 
Fino al 10% del Comparto potrà essere investito in altri OICR con obiettivi di investimento simili a quelli del Comparto. Il Comparto potrà utilizzare derivati per finalità di copertura, gestione efficiente del portafoglio e di investimento; i derivati dovranno avere come sottostante delle attività in cui il Comparto può investire direttamente.
 
La leva del Comparto può essere tra 0 ed il 500% del Valore Patrimoniale Netto (NAV) del Comparto. Il metodo di calcolo è quello della somma dei nozionali.

 

Fonte: ETFWorld.it

  

Articoli Simili

Un ETF Invesco paga dividendo

Falco64

Modifica del nome e del benchmark per un ETF Amundi

1admin

L’ ETF sotto la lente : ETF SPDR® Bloomberg Barclays Euro High Yield Bond UCITS

1admin
UA-10929829-1