ETFWorld.it
Image default

Concept Fund Solutions plc: Modifiche in atto

il Consiglio di Amministrazione ha reso noto agli Azionisti delle variazioni proposte alla Società con la modalità descritta di seguito. Si prevede che i cambiamenti entrino in vigore in data 21 luglio 2016. ...


Se vuoi ricevere le principali notizie riguardanti gli ETF e gli ETC iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente


{loadposition notizie}

Operazioni Swap OTC: 

attualmente Deutsche Bank AG, attraverso la sua Filiale di Londra (“Deutsche Bank”), opera come controparte dello swap nella maggior parte delle Operazioni Swap OTC concluse dalla Società.

Con la presente, il Consiglio di Amministrazione informa gli azionisti della Società di avere deliberato di poter concludere Operazioni Swap OTC con controparti diverse da Deutsche Bank con riferimento a ciascun Comparto che sia un Fondo di Investimento Indiretto che stipuli Unfunded Swap. 

A partire dal, o in prossimità del, 21 luglio 2016 , la Società può concludere Operazioni Swap OTC per conto della Società, senza ulteriore preavviso, con una o più Controparti Approvate che soddisfano i requisiti imposti dal Gestore degli Investimenti e dai Regolamenti. 

Le Controparti Swap in relazione a ciascun Comparto possono variare di volta in volta. Gli investitori possono ottenere informazioni sulle Controparti Swap presso la sede legale della Società in 78 Sir John Rogerson’s Quay, Dublino 2, Irlanda. Inoltre, tali informazioni verranno riportate sulla Relazione Annuale e sulla Relazione Semestrale dalla Società.

Nessun costo o esborso relativo alla suddetta variazione e alla sua implementazione sarà a carico degli Azionisti.

Inoltre, la descrizione dei Costi relativi all’Operazione contenuta nel Prospetto della Società sarà adeguata al fine di chiarire e definire l’attuale prassi del mercato, in quanto tali costi includono qualsiasi costo o spesa di transazione sostenuto dalla Controparte dello Swap in merito all’Operazione Swap OTC e possono includere, tra l’altro, costi, imposte o altri oneri associati all’acquisto, alla vendita, al deposito, al possesso o a ogni altro genere di operazione relativa a investimenti in valori mobiliari e/o Operazioni Swap OTC e/o collaterali. Tali costi possono pertanto variare nel tempo in conformità alle condizioni e alla prassi di mercato.

Non verrà applicato alcun aumento della Commissione Onnicomprensiva (All-In Fee) pagabile dalla Società in seguito a queste variazioni. 

Si richiama l’attenzione degli Azionisti sul fatto che gli Obiettivi e le Politiche di Investimento dei Comparti rimangono invariati.

Facoltà di ricorso al prestito e di concessione di prestito:

– L’attuale disposizione del prospetto circa la Facoltà di ricorso al prestito e di concessione di prestito è la seguente:  

“La Società può prendere a prestito, per conto di un Comparto, solo fino a un massimo del 10% del Valore Patrimoniale Netto di un Comparto, a condizione che tale prestito sia per un periodo massimo di un mese e volto a coprire un ammanco di liquidità dovuto a date di regolamento non corrispondenti tra operazioni di acquisto e vendita, ovvero su base provvisoria per finanziare i riacquisti. Le attività del Comparto possono essere utilizzate come garanzia per tali eventuali prestiti. La Società può acquistare valuta estera tramite accordi di prestito back-to-back. La valuta estera così ottenuta non viene classificata come prestito ai fini del summenzionato limite del 10% a condizione che il deposito di compensazione (a) sia denominato nella Valuta di Base del Comparto e (b) equivalga o superi il valore del prestito di valuta estera in essere. La Società non può contrarre prestiti a fini d’investimento.” 

– La disposizione aggiornata circa la Facoltà di ricorso al prestito e di concessione di prestito, che entrerà in vigore in data 21 luglio 2016, è la seguente: 

“La Società può ottenere finanziamenti esclusivamente per conto di un Comparto fino al 10% del Valore Patrimoniale Netto del Comparto interessato, a condizione che tali finanziamenti abbiano carattere temporaneo. Le attività del Comparto possono essere utilizzate come garanzia per tali eventuali prestiti. La Società può acquistare valuta estera tramite accordi di prestito back-to-back. La valuta estera così ottenuta non viene classificata come prestito ai fini del summenzionato limite del 10% a condizione che il deposito di compensazione (a) sia denominato nella Valuta di Base del Comparto e (b) equivalga o superi il valore del prestito di valuta estera in essere”.  
Si richiama l’attenzione degli Azionisti sul fatto che gli Obiettivi e la Politica d’Investimento dei Comparti rimangono invariati.

Prospetto aggiornato

La variazione alla Facoltà di ricorso al prestito e di concessione di prestito si prefigge di allineare i termini del prospetto della Società ai requisiti della Banca Centrale e alle facoltà di prestito descritte nei supplementi dei Comparti della Società. Gli Obiettivi e la Politica d’Investimento dei Comparti rimarranno invariati.
Le sopraccitate variazioni verranno riportate nel Prospetto aggiornato da pubblicare alla data del, o in prossimità del, 21 luglio 2016. Il Prospetto aggiornato recante le modifiche sopra illustrate sarà reso disponibile sul sito Internet della Società; una volta disponibili, copie di tale documento potranno essere richieste senza alcun costo aggiuntivo presso la sede legale della Società oppure presso gli uffici dei rappresentanti esteri.

I termini indicati in maiuscolo nella presente lettera hanno il significato loro attribuito nell’attuale Prospetto, salvo ove sia diversamente richiesto dal contesto.  
In caso di domande o dubbi su quanto esposto nel presente avviso, si invita a rivolgersi al proprio agente di borsa, direttore di banca, consulente legale, commercialista o altro consulente finanziario indipendente.  

Gli azionisti devono inoltre rivolgersi ai propri consulenti indipendenti in merito alle implicazioni fiscali specifiche ai sensi delle leggi del Paese di nazionalità, residenza, domicilio o incorporazione.  

 

Fonte: ETFWorld.it

Articoli Simili

Invesco quota un nuovo ETF sul mercato italiano

1admin

Si amplia la gamma di ETF Lyxor quotati su Borsa Italiana

1admin

Invesco quota due nuovi ETF su Borsa Italiana

Falco64
UA-10929829-1