ETFWorld

ETF EUROPA, SCAMBI DICEMBRE SOTTO MEDIA MA MEGLIO DI 2003 21/1/2005

MILANO,(Reuters) – L’effetto Natale non ha mancato di limare il volume e valore degli scambi europei di ETF (Exchange Traded Funds, fondi quotati scambiabili come azioni), che … in dicembre sono leggermente ridotti sul mese precedente e restano sotto la media 2004.

Mentre la concentrazione sui singoli prodotti ? pi? diluita, resta sostanzialmente invariata la concentrazione del mercato, che vede l’80% degli scambi su sole tre borse, Deutsche Boerse leader con una quota del 45% e Milano al 4% del totale.

Lo dice il Pan European ETF Report a dicembre di Lipper, societ? di ricerca sui fondi controllata da Reuters Nell’ultimo mese sono state trattate 220 milioni di azioni, che si confrontano infatti negativamente con 223 di media annua e calano dell’1,7% su novembre (rivisto a oltre 223 mln). Viene superato comunque di oltre 20% il livello del dicembre 2003. In valore gli scambi sono scesi dell’1,28% a 5,26 miliardi di euro, di cui quasi 1,14 miliardi riguardano il best seller assoluto DAX scambiato in Germania (in calo del 10%), seguito dai 691 milioni di euro del tracker DJ Eurostoxx 50, anche questo in Germania.

Il London Stock Exchange, che alza la sua quota sul trading al 23% dal 22 di novembre, resta invece leader in termini di titolo dai volumi maggiori, sempre l’ETF iShares FTSE100 che scambia il 36% in meno ma resta in testa con 31,98 milioni di azioni.

Dietro tre prodotti di Deutsche Boerse c’? spazio al quinto posto per il replicante del DJ Eurostoxx 50 (Master Unit) trattato all’Euronext di Parigi per 9,2 milioni di pezzi/mese circa. Convertendo i prezzi in euro, 30 ETF rappresentano quasi l’80% del totale (erano 20 in novembre); 20 prodotti coprono poco meno dell’80% dei volumi scambiati.

Gli scambi di ETF sono scesi in dicembre proprio sulle borse leader: con 83 milioni di azioni, il volume aggregato di Francoforte si ? abbassato del 9,1%, mentre 51,3 milioni di titoli di Londra sono il 27,4% in meno su novembre.

Migliora bene Milano, dove sono stati trattati quasi 14,5 milioni di titoli in rialzo del 24,6%. A Piazza affari il 38% di questo volume ? stato assorbito dall’ETF leader iShares S&P500, ma in valore la palma ? del tracker obbligazionario EuroMTS, 18% del totale.

Secondo Lipper restano invece numerosi spread eccessivamente elevati: a Milano tra i casi citati per dicembre c’? quello dell’ETF B1 MSCI Pan Euro che aveva una media di 57 punti base e dell’SPDR Euro Fund a quota 67 pb medi. Lo spread del titolo pi? scambiato, iShares S&P500 ? invece di soli 2 punti. in dicembre sono leggermente ridotti sul mese precedente e restano sotto la media 2004.

Mentre la concentrazione sui singoli prodotti ? pi? diluita, resta sostanzialmente invariata la concentrazione del mercato, che vede l’80% degli scambi su sole tre borse, Deutsche Boerse leader con una quota del 45% e Milano al 4% del totale.

Lo dice il Pan European ETF Report a dicembre di Lipper, societ? di ricerca sui fondi controllata da Reuters Nell’ultimo mese sono state trattate 220 milioni di azioni, che si confrontano infatti negativamente con 223 di media annua e calano dell’1,7% su novembre (rivisto a oltre 223 mln). Viene superato comunque di oltre 20% il livello del dicembre 2003. In valore gli scambi sono scesi dell’1,28% a 5,26 miliardi di euro, di cui quasi 1,14 miliardi riguardano il best seller assoluto DAX scambiato in Germania (in calo del 10%), seguito dai 691 milioni di euro del tracker DJ Eurostoxx 50, anche questo in Germania.

Il London Stock Exchange, che alza la sua quota sul trading al 23% dal 22 di novembre, resta invece leader in termini di titolo dai volumi maggiori, sempre l’ETF iShares FTSE100 che scambia il 36% in meno ma resta in testa con 31,98 milioni di azioni.

Dietro tre prodotti di Deutsche Boerse c’? spazio al quinto posto per il replicante del DJ Eurostoxx 50 (Master Unit) trattato all’Euronext di Parigi per 9,2 milioni di pezzi/mese circa. Convertendo i prezzi in euro, 30 ETF rappresentano quasi l’80% del totale (erano 20 in novembre); 20 prodotti coprono poco meno dell’80% dei volumi scambiati.

Gli scambi di ETF sono scesi in dicembre proprio sulle borse leader: con 83 milioni di azioni, il volume aggregato di Francoforte si ? abbassato del 9,1%, mentre 51,3 milioni di titoli di Londra sono il 27,4% in meno su novembre.

Migliora bene Milano, dove sono stati trattati quasi 14,5 milioni di titoli in rialzo del 24,6%. A Piazza affari il 38% di questo volume ? stato assorbito dall’ETF leader iShares S&P500, ma in valore la palma ? del tracker obbligazionario EuroMTS, 18% del totale.

Secondo Lipper restano invece numerosi spread eccessivamente elevati: a Milano tra i casi citati per dicembre c’? quello dell’ETF B1 MSCI Pan Euro che aveva una media di 57 punti base e dell’SPDR Euro Fund a quota 67 pb medi. Lo spread del titolo pi? scambiato, iShares S&P500 ? invece di soli 2 punti. in dicembre sono leggermente ridotti sul mese precedente e restano sotto la media 2004.

Mentre la concentrazione sui singoli prodotti ? pi? diluita, resta sostanzialmente invariata la concentrazione del mercato, che vede l’80% degli scambi su sole tre borse, Deutsche Boerse leader con una quota del 45% e Milano al 4% del totale.

Lo dice il Pan European ETF Report a dicembre di Lipper, societ? di ricerca sui fondi controllata da Reuters Nell’ultimo mese sono state trattate 220 milioni di azioni, che si confrontano infatti negativamente con 223 di media annua e calano dell’1,7% su novembre (rivisto a oltre 223 mln). Viene superato comunque di oltre 20% il livello del dicembre 2003. In valore gli scambi sono scesi dell’1,28% a 5,26 miliardi di euro, di cui quasi 1,14 miliardi riguardano il best seller assoluto DAX scambiato in Germania (in calo del 10%), seguito dai 691 milioni di euro del tracker DJ Eurostoxx 50, anche questo in Germania.

Il London Stock Exchange, che alza la sua quota sul trading al 23% dal 22 di novembre, resta invece leader in termini di titolo dai volumi maggiori, sempre l’ETF iShares FTSE100 che scambia il 36% in meno ma resta in testa con 31,98 milioni di azioni.

Dietro tre prodotti di Deutsche Boerse c’? spazio al quinto posto per il replicante del DJ Eurostoxx 50 (Master Unit) trattato all’Euronext di Parigi per 9,2 milioni di pezzi/mese circa. Convertendo i prezzi in euro, 30 ETF rappresentano quasi l’80% del totale (erano 20 in novembre); 20 prodotti coprono poco meno dell’80% dei volumi scambiati.

Gli scambi di ETF sono scesi in dicembre proprio sulle borse leader: con 83 milioni di azioni, il volume aggregato di Francoforte si ? abbassato del 9,1%, mentre 51,3 milioni di titoli di Londra sono il 27,4% in meno su novembre.

Migliora bene Milano, dove sono stati trattati quasi 14,5 milioni di titoli in rialzo del 24,6%. A Piazza affari il 38% di questo volume ? stato assorbito dall’ETF leader iShares S&P500, ma in valore la palma ? del tracker obbligazionario EuroMTS, 18% del totale.

Secondo Lipper restano invece numerosi spread eccessivamente elevati: a Milano tra i casi citati per dicembre c’? quello dell’ETF B1 MSCI Pan Euro che aveva una media di 57 punti base e dell’SPDR Euro Fund a quota 67 pb medi. Lo spread del titolo pi? scambiato, iShares S&P500 ? invece di soli 2 punti.

Fonte: REUTERS

Articoli Simili

DIMINUZIONE DELLA COMM. DI GESTIONE PER LETF DJ EURO STOXX 50 10/10/05

Webmaster

HEDGE FUNDS USE OF ETFs UP 72% IN YEAR 10/08/05

Webmaster

GLOBAL ETF TRADING VOLUME SURGES IN H1 – M.STANLEY 19/07/2005

Webmaster