ETFWorld.it

Caleffi Stefano HSBC Global Asset Management

ETF World Tavola Rotonda 2021 : HSBC Global AM

ETF World: Dal 2020 al 2021 – Domande ai principali Emittenti di ETF

Stefano Caleffi – Head of ETF Sales for Southern Europe at HSBC Global Asset Management (France)

10 Febbraio 2021 ETFWorld – Riproduzione Vietata in ogni forma anche parziale


ETF World : Il 2020 è stato un anno complicato per diversi motivi ma spesso queste situazioni portano alla luce anche delle opportunità. Ci può dire quali sono stati gli aspetti positivi del 2020 e perché?

Stefano Caleffi : Da un punto di vista non strettamente finanziario, il 2020 ha mostrato significative capacità di resilienza, sia in Italia sia all’estero, nell’affrontare un momento economico e sociale complesso e ha evidenziato la reattività delle istituzioni politiche e monetarie nell’aiutare l’economia ed i singoli individui a superare i disagi e le difficoltà imposti dalla pandemia.

Tra gli aspetti positivi riteniamo si possa evidenziare il ruolo che la tecnologia ha avuto nel permettere la transizione, per alcuni settori dell’economia, verso il lavoro a distanza; questa transizione, necessaria per ridurre il più possibile l’interruzione di servizi (a volte anche essenziali), è avvenuta in modo repentino e, nella maggioranza dei casi, senza eccessive inefficienze e potrà portare a cambiamenti di lungo termine nell’organizzazione del lavoro e, conseguentemente, della vita privata delle singole persone.

Per quanto riguarda i mercati, bisogna nuovamente evidenziare il ruolo fondamentale che le istituzioni economiche e politiche nazionali e sovranazionali hanno avuto nel ridurre il più possibile gli shock che i mercati dei capitali avrebbero potuto subire a causa dei vari lock-down imposti in molti paesi nel corso degli ultimi 12 mesi e delle conseguenti ricadute sull’attività economica mondiale. Senza questi (e futuri) interventi, la crescita economica mondiale avrebbe subito una contrazione ancora più significativa ed il 2021 sarebbe iniziato con prospettive di crescita inferiori.

ETF World : Il 2021 è iniziato da poco tempo sulla falsariga dell’anno appena trascorso. Cosa si aspetta da quest’anno e quali temi ritiene che si imporranno?

Stefano Caleffi : Per quanto riguarda i mercati finanziari, ci aspettiamo la continuazione di diversi temi che abbiamo visto nascere nel corso della fase finale del 2020: una performance positiva delle asset class più rischiose (come l’azionario, l’obbligazionario high-yield ed emergente), alla luce di migliori attese macroeconomiche dovute alla progressiva vaccinazione della popolazione globale e alla conseguente graduale riapertura delle principali economie.

Assisteremo sicuramente a fasi di rallentamento ed accelerazione nella campagna vaccinale (dovute alle complessità di una sfida difficile dal punto di vista sanitario, logistico e sociale) che potranno anche ritardare il completo ritorno ad una situazione di normalità, con conseguenti ricadute economiche e finanziarie. Riteniamo tuttavia che i mercati – grazie anche a politiche fiscali e monetarie accomodanti – possano continuare ad attendersi una graduale e progressiva accelerazione della crescita economia nel corso del 2021.

In questo scenario di graduale ritorno alla normalità, riteniamo che le asset class ed i paesi più strettamente correlati al ciclo economico, come ad esempio i mercati azionari europei e dei paesi emergenti produttori di materie prime, possano recuperare parte della sottoperformance che hanno mostrato durante gran parte del 2020. Sempre riguardo alle possibili aree e asset class che potranno registrare una performance positiva nel corso del 2021, il Global Investment Strategy team di HSBC Global Asset Management continua a guardare con favore all’area asiatica: la migliore gestione della pandemia dovrebbe infatti permettere ai paesi e alle imprese della regione di beneficiare di un più repentino rimbalzo della crescita economica e della crescita degli utili.

ETF World : Quali sono le tematiche che Voi svilupperete nell’anno e perché?

Stefano Caleffi : Il 2020 è stato un anno particolarmente importante per HSBC Global Asset Management, perché – tra altre novità – ha visto l’accelerazione del piano di crescita della divisione ETF: abbiamo infatti incrementati il numero di ETF, aumentato il know-how e le competenze specifiche in questo segmento dell’industria e siamo entrati in nuovi mercati.

Nel 2021 proseguiremo in questo piano di crescita in due direzioni:

1. aumentando lo spettro delle asset class, soprattutto nell’obbligazionario, e dei temi di investimento coperti dalla nostra gamma di prodotti, per rispondere in modo anco più esaustivo alle esigenze dei nostri investitori, sempre più interessati ad avere accesso in modo trasparente ed economico ad un crescente numero di paesi, settori e temi,

2. aumentando l’offerta nel comparto degli investimenti sostenibili, che continua ad essere una delle aree di maggiore crescita del mercato e su cui HSBC (sia come gruppo bancario sia come asset manager) ha da tempo sviluppato comprovate expertise.

ETF World : Il termine ESG è ormai diventato un vocabolo di uso comune, infatti moltissimi strumenti adottano sottostanti di questo tipo. Oltre alla popolarità del termine, esiste un’effettivo valore in questi strumenti e perché?

Stefano Caleffi : Il 2020 ha mostrato che è possibile prestare attenzione alle problematiche sociali ed ambientali senza penalizzare la performance della gestione degli investimenti e che il miglioramento del profilo di sostenibilità e la qualità della gestione non sono due obbiettivi in contraddizione. Alcune grandi sfide emerse negli ultimi anni (ad esempio il riscaldamento globale ed altri temi ambientali come la protezione degli ambienti marini e la gestione della plastica) avranno un impatto diretto e quotidiano non solo nella vita di tutti i giorni dei singoli individui, ma anche nella gestione delle attività economiche e sui conti economici delle società, è quindi evidente che l’incorporazione di considerazioni di sostenibilità ambientale, sociale e di governance è diventata un elemento imprescindibile nella gestione dei rischi e nelle decisioni di investimento.

ETF World : Cosa si aspetta nel 2021 dal mercato? Quali sono i vostri obiettivi e in quale modo pensate di raggiungerli?

Stefano Caleffi : Riguardo al mercato ETF, ci aspettiamo che il trend di crescita secolare della gestione passiva continuerà anche nel 2021 e che l’interesse degli investitori, italiani ed europei, nei confronti degli ETF aumenterà ulteriormente. Riteniamo inoltre che, come negli anni scorsi, la crescita del mercato ETF sarà comune a tutte le asset class (azionario, obbligazionario e materie prime) e che l’interesse verso gli investimenti sostenibili e tematici sarà destinato ad aumentare ancora, guidato da un lato dai rapidi cambiamenti tecnologici e dall’influenza che essi hanno sulla economia e società globale, dall’altro dalle sempre crescenti esigenze di investimenti responsabili su specifici segmenti di mercato.

HSBC Global Asset Management vuole proseguire nel percorso di crescita intrapreso nel corso del 2020 e yvuole confermarsi come player di riferimento nel mercato Europeo. Per fare questo, vogliamo incrementare ulteriormente la nostra gamma di prodotti, per fornire ai nostri investitori un maggior numero di strumenti su un più ampio set di classi di attivi con cui declinare le idee di investimento in modo mirato, mantenendo un forte focus sui bassi costi di gestione e sul supporto ed assistenza ai nostri investitori.

Fonte: ETFWorld – Riproduzione Vietata in ogni forma anche parziale

Torna a : ETF World Tavola Rotonda 2021

Articoli Simili

ETF World Tavola Rotonda 2021 : DWS

Redazione

ETF World Tavola Rotonda 2021 : UBS AM

Redazione

ETF World Tavola Rotonda 2021 : Franklin Templeton

Redazione