ETFWorld.it

ETF World Tavola Rotonda 2021 : SPDR ETF


ETF World: Dal 2020 al 2021 – Domande ai principali Emittenti di ETF

 Francesco Lomartire, responsabile SPDR ETF per l’Italia

10 Febbraio 2021 ETFWorld – Riproduzione Vietata in ogni forma anche parziale


ETF World : Il 2020 è stato un anno complicato per diversi motivi ma spesso queste situazioni portano alla luce anche delle opportunità. Ci può dire quali sono stati gli aspetti positivi del 2020 e perché?

Il termine ESG è ormai diventato un vocabolo di uso comune, infatti moltissimi strumenti adottano sottostanti di questo tipo. Oltre alla popolarità del termine, esiste un’effettivo valore in questi strumenti e perché?

Francesco Lomartire : Il 2020 è stato un anno di svolta per l’industria degli etf tra conferme e nuovi trend emergenti. Tra le prime sicuramente il ruolo di price discovery degli etf durante le giornate più turbolente registrate nel pieno della pandemia, a tali strumenti si è fatto ricorso infatti per capire il vero orientamento degli investitori nei confronti del rischio e per avere continuità di informazioni e liquidità anche nei momenti più difficili.

Gli ETF hanno infatti pienamente assolto al loro compito di consentire di liquidare le proprie posizioni o di conoscerne almeno il valore effettivo anche nei momenti in cui i mercati finanziari hanno subito interruzioni per violazione dei livelli stabiliti come limite all’operatività. Siamo sicuri che siano sempre di più gli investitori che guardano con fiducia a questo comparto che ha superato uno degli stress test più severi dalla propria nascita nel 1993.

Ulteriore conferma del 2020 è l’utilizzo crescente di etf obbligazionari per finalità di asset allocation sia strategica che tattica, il contesto di tassi di interesse bassi infatti stimola il ricorso a stumenti liquidi, efficienti e a basso costo in grado di aggiungere rapidamente esposizione a portafogli necessariamente sempre più globali e diversificati. Tra i trend più recenti quello della transizione ESG, molti investitori hanno infatti utilizzato proprio gli etf per migrare verso investimenti sostenibili porzioni esistenti del proprio portafoglio o nuove disponibilità liquide. Basti pensare che il 60% dei nuovi flussi registrati su borsa Italiana nel 2020 hanno interessato proprio strumenti ESG.

ETF World : Il 2021 è iniziato da poco tempo sulla falsariga dell’anno appena trascorso. Cosa si aspetta da quest’anno e quali temi ritiene che si imporranno?

Cosa si aspetta nel 2021 dal mercato? Quali sono i vostri obiettivi e in quale modo pensate di raggiungerli?

Quali sono le tematiche che Voi svilupperete nell’anno e perché?

Francesco Lomartire : Il 2021 è iniziato con aspettative di soluzione della crisi sanitaria con conseguente riapertura delle economie messe a dura prova dalle misure di contenimento; elementi di continuità saranno il supporto delle banche centrali e i piani di stimolo fiscale messi in atto dai governi. L’agenda dei governi sviluppati pone molta attenzione alla transizione energetica e alla promozione di piani infrastrutturali volti alla sostenibilità e al contenimento delle emissioni. Tutto ciò ben si sposa con il ricorso a strumenti come gli etf in grado di connettere questi temi con l’impronta del proprio portafoglio. Sicuramente ci aspettiamo una maggiore selettività nelle scelte azionarie che potrebbero essere declinate maggiormente in temi settoriali o in scelte di stile.

Ultimamente abbiamo visto un crescente ricorso a settori pur sempre ciclici, ma rimasti un po’ indietro rispetto a quelli maggiormente favoriti dal Covid come IT, communication services e health care; così come una maggiore attenzione alla qualità dei fondamentali in un contesto azionario che per due anni consecutivi non ha registrato una crescita degli utili alla base dei propri ritorni positivi ma espansione degli utili.

Sul fronte obbligazionario tra i temi di maggiore interesse ci sono le rinnovate attese inflazionistiche soprattutto in USA e la ricerca di alternative ai tassi reali negativi offerti dalle obbligazioni governative delle principali economie sviluppate. Gli investitori stanno ritornano sul debito dei paesi emergenti in valuta locale proprio per la capacità di offrire rendimenti reali positivi in un conteso di scarso appetito per il dollaro innescato anche dalla politica di tassi bassi che la Fed manterrà ancora a lungo.

Fonte: ETFWorld – Riproduzione Vietata in ogni forma anche parziale

Torna a : ETF World Tavola Rotonda 2021

Articoli Simili

ETF World Tavola Rotonda Ottobre 2021 : DWS

Redazione

ETF World Tavola Rotonda Ottobre 2021 : Franklin Templeton

Redazione

ETF World Tavola Rotonda Ottobre 2021 : Invesco ETF

Redazione