ETFWorld.it

“ETP Landscape – Industry Highlights” di BlackRock – Analisi dell’andamento del mercato degli ETP nel mese di marzo 2016

A marzo la raccolta degli ETP ha raggiunto 45,5 miliardi di dollari a livello globale. Tale risultato deriva da un incremento di 32,9 miliardi di dollari dei flussi verso ETP quotati negli Stati Uniti e 5,6 miliardi di dollari per gli ETP in Europa, a seguito del record della raccolta di prodotti obbligazionari….


Se vuoi ricevere le principali notizie riguardanti gli ETF e gli ETC iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


{loadposition notizie}

Commento a cura di Ursula Marchioni – Responsabile della ricerca ETP per l’area EMEA di iShares


• Il segmento del reddito fisso ha segnato un nuovo record trimestrale, con 43,8 miliardi di dollari di nuovi flussi in entrata. Nel mese di marzo 2016, il reddito fisso ha accumulato flussi per 15,5 miliardi di dollari su scala globale, di cui il record di 6,8 miliardi di dollari dei prodotti quotati in Europa.

• Gli ETP azionari dei mercati emergenti hanno registrato il miglior mese degli ultimi tre anni, con 9 miliardi di dollari di raccolta. Nonostante il persistere di venti contrari per la categoria, i flussi degli ETP suggeriscono un miglioramento durante il mese del sentiment negativo sugli emergenti.

• Gli ETP smart beta archiviano un altro massimo mensile, pari a 7,8 miliardi di dollari, con flussi di 3,2 miliardi di dollari per i fondi minimum volatility, di 1,3 miliardi di dollari per i fondi fattoriali e di 3,3 miliardi di dollari per i fondi ad alto dividendo.

• I fondi azionari hanno raccolto flussi positivi per 25,8 miliardi di dollari dopo due mesi consecutivi negativi. Di questo andamento hanno beneficiato tutti i segmenti di mercato, così come i fondi ad alto dividendo. Gli ETP azionari statunitensi hanno registrato 18,3 miliardi di dollari di afflussi nel mese di marzo 2016, a seguito di un rapido recupero dei rendimenti azionari a partire dalla metà di febbraio. Le esposizioni azionarie europee allargate hanno rappresentato l’eccezione all’interno di questa inversione di tendenza generale per la raccolta azionaria. I riscatti di marzo, pari a 8,4 miliardi di dollari, sono stati i più elevati dalla crisi finanziaria.

• Alla luce dei rendimenti, superiori a quelli della maggior parte delle altre asset class, gli ETP sull’oro hanno registrato il miglior trimestre dal 1° trimestre 2009, accumulando complessivamente 12,7 miliardi di dollari.

Ursula Marchioni, Chief Strategist di iShares EMEA, ha così commentato: “I flussi globali degli ETP hanno registrato un’impennata, dopo un inizio a ritmo rallentato: la raccolta trimestrale degli ETP a reddito fisso ha raggiunto un nuovo record, i fondi smart beta un nuovo massimo mensile, mentre gli ETP azionari dei mercati emergenti hanno archiviato il miglior mese degli ultimi tre anni”.

“I flussi globali mostrano una netta preferenza degli investitori per gli asset rischiosi per la prima volta dall’inizio dell’anno. L’azionario ha rappresentato la miglior asset class in assoluto in termini di raccolta, pari a 25,8 miliardi di dollari, guidata da un forte rimbalzo delle esposizioni azionarie, che hanno recuperato la maggior parte delle perdite subite durante le prime sei settimane del 2016, alla luce di un’ulteriore stabilizzazione dei mercati azionari globali”.

“In Europa si chiude un mese record per i fondi obbligazionari quotati nel mercato domestico, di cui 5,6 miliardi di dollari di flussi per i prodotti sul debito europeo. Complessivamente il reddito fisso ha rappresentato l’asset class favorita dagli investitori con 6,8 miliardi di flussi in ingresso. Gli ETP sul credito sono stati i principali beneficiari di questo trend, registrando flussi di 3,9 miliardi di dollari, pari a dieci volte la media. L’azionario ha registrato deflussi per il secondo mese consecutivo, con asset in uscita dalle esposizioni azionarie europee. Il recente rafforzamento dell’euro rispetto al dollaro, nonostante le ulteriori misure di allentamento da parte della BCE, ha portato gli investitori europei a ruotare da esposizioni azionarie domestiche a quelle dei mercati emergenti e a quelle sul credito globale”.

Asset class: andamento raccolta degli ETP su scala globale

Azionario – miglior mese per i mercati emergenti negli ultimi tre anni

“L’azionario dei mercati sviluppati ha guidato la corsa, con flussi di 16,8 miliardi di dollari sul mercato statunitense, unitamente ad un cambiamento nel sentiment degli investitori nei mercati emergenti. Con 9 miliardi di dollari, i flussi verso gli ETP azionari dei mercati emergenti hanno raggiunto il massimo su base mensile. Una combinazione di fattori, tra cui la recente debolezza del dollaro americano, le prospettive moderate della Federal Reserve e la stabilizzazione dei prezzi delle commodity, unitamente a valutazioni interessanti e posizioni estremamente sottopesate degli investitori, sembrano aver guidato l’entusiasmo degli investitori per i titoli azionari emergenti. Circa 2,2 miliardi di dollari di afflussi sono stati registrati su una vasta gamma di esposizioni sul singolo Paese, suggerendo che gli investitori sono propensi anche al rischio idiosincratico dei singoli Paesi”.

Reddito fisso – trimestre record

“Il reddito fisso ha stabilito un nuovo record trimestrale, con 43,8 miliardi di dollari di raccolta. I flussi di marzo sul reddito fisso, pari a 15,5 miliardi di dollari, dipingono un quadro di ravvivata propensione al rischio. La domanda degli investitori per ETP sul credito è stata significativa, pari a 12,6 miliardi di dollari di raccolta netta. La combinazione di consistenti afflussi e la compressione dei rendimenti ha portato il totale degli asset investiti a livello globale in ETP sul credito a superare per la prima volta la soglia di 200 miliardi di dollari

A marzo il miglioramento della propensione al rischio ha guidato anche i deflussi dalle esposizioni sui titoli di Stato, che hanno registrato un segno negativo per 4,0 miliardi di dollari. La maggior parte dei deflussi ha riguardato il segmento dei titoli governativi USA a breve e medio termine, in quanto gli investitori si sono orientati verso asset più rischiosi “.

Record mensile per gli smart beta, mentre il fascino dell’oro sta iniziando ad affievolirsi

“Gli ETP smart beta segnano un nuovo record mensile, pari a 7,8 miliardi di dollari. In un contesto di elevata volatilità del mercato globale, all’inizio di quest’anno, gli investitori hanno incrementato l’esposizione a strategie a bassa volatilità, rimanendo investiti in beta azionario. Ciò ha portato ad un contributo di 3,2 miliardi di dollari da parte degli ETP minimim volatility alla raccolta di marzo”.

“Nel primo trimestre del 2016 gli ETP sull’oro hanno registrato la raccolta più elevata dal primo trimestre del 2009. L’appeal del “porto sicuro” sembra affievolirsi, con ritorni invariati per i sottostanti nel mese di marzo.  Nonostante flussi in ingresso per 2,7 miliardi di dollari sugli ETP sull’oro a marzo, il ritmo della raccolta è risultato essere moderato rispetto ai primi due mesi dell’anno “.

Fonte: ETFWorld.it

Articoli Simili

WisdomTree : Outlook per l’argento nel secondo trimestre del 2022

Redazione

Lyxor ETF Money Monitor: Mercato ETF Agosto 2021

Redazione

21Shares: anche Cardano adotta gli smart contract, ma l’accounting non convince

Redazione