fbpx
ETFWorld.it

Fusione di 10 ETF db x-trackers

In data 6 gennaio 2016, è stato reso noto agli azionisti, che con efficacia alla data indicata nella tabella seguente, la fusione di ciascun Comparto oggetto di Fusione nel relativo Comparto Ricevente, come spiegato nella tabella seguente, diverrà attiva...


Se vuoi ricevere le principali notizie riguardanti gli ETF e gli ETC iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente


{loadposition notizie}

08032016 1

L’Incorporazione dei Comparti oggetto di Fusione e dei Comparti Riceventi (come dettagliato nella Sezione 1 del presente avviso) sarà effettuata in conformità con gli atti costitutivi/statuti (a seconda del caso), i prospetti dei Fondi e con le disposizioni degli articoli 2.1(p)(i) e da  37 a 45 della Direttiva del Parlamento Europeo e del Consiglio 2009/65/CE del 13 luglio 2009, e successive modifiche, recepita nella normativa lussemburghese dall’articolo 1(20) e dagli articoli da 65 a 76 della legge del Lussemburgo del 17 dicembre 2010 in materia di organismi di  investimento collettivo (la “Legge 2010”) e recepita nella normativa irlandese dalla sezione 3 e da 55 a 66 dei Regolamenti 2011 (Organismi di Investimento Collettivo in Valori Mobiliari) delle Comunità Europee (i “Regolamenti 2011”), e successive modifiche.

I Consigli hanno stabilito che l’Incorporazione dei Comparti sarebbe nell’interesse degli investitori perché i Comparti oggetto di Fusione (diventando comparti del Fondo Ricevente con sede legale in Irlanda) potrebbero beneficiare di determinate convenzioni fiscali in caso di  dozione di una politica di investimento diretto. Tali benefici potrebbero ingenerare vantaggi sul piano della performance in relazione agli investimenti diretti intrapresi in alcuni mercati da parte di un comparto irlandese, anziché di un comparto lussemburghese.

I termini in maiuscolo utilizzati nel presente avviso hanno il significato loro attribuito nei vigenti prospetti dei Fondi (a seconda dei casi), salvo laddove diversamente richiesto dal contesto.

1. Diritti degli Azionisti

Le attività e le passività di ciascuno dei Comparti oggetto di Fusione saranno conferite al Comparto Ricevente corrispondente alla Data di Efficacia Applicabile.

Alla Data di Efficacia Applicabile, gli Azionisti di un Comparto oggetto di Fusione riceveranno un numero di azioni nel relativo Comparto Ricevente (le “Nuove Azioni”). Il valore totale delle Nuove Azioni corrisponderà al valore totale delle attività del Comparto oggetto di Fusione conferite al relativo Comparto Ricevente a tale Data di Efficacia Applicabile (per i dettagli relativi a ciascun Comparto oggetto di Fusione e al corrispondente Comparto Ricevente si veda la tabella sopra riportata).

Il numero di Nuove Azioni assegnate agli Azionisti di ciascun Comparto oggetto di Fusione sarà determinato in base al rapporto di cambio ottenuto dividendo il Valore Patrimoniale Netto di ciascuna classe di azioni del Comparto oggetto di Fusione per il Valore Patrimoniale Netto per Azione della classe di azioni corrispondente del Comparto Ricevente, calcolato in conformità con i prospetti dei Fondi (a seconda dei casi) alla relativa Data di Efficacia Applicabile. Si fa notare agli Azionisti che il Valore Patrimoniale Netto per Azione della classe di azioni corrispondente del Comparto oggetto di Fusione alla Data di Efficacia Applicabile potrebbe non risultare necessariamente identico a quello della classe di azioni corrispondente del Comparto Ricevente.

Pertanto, benché il valore complessivo della partecipazione resterà invariato, gli Azionisti potrebbero ricevere un numero di Azioni nel Comparto Ricevente diverso da quello precedentemente detenuto nel Comparto oggetto di Fusione. Non saranno emesse frazioni di azione poiché il Fondo Ricevente non assegna frazioni di Azione per gli ETF. Nel caso in cui a un Azionista, a seguito dell’Incorporazione, sia assegnata una frazione di un’azione, il numero di azioni sarà arrotondato per difetto al numero intero corrispondente e sarà effettuato un pagamento in contanti all’Azionista per la differenza. Ove applicabile, saranno effettuati pagamenti residui in contanti agli Azionisti registrati e all’Agente o agli Agenti di Compensazione non appena ragionevolmente possibile dopo la relativa Data di Efficacia Applicabile. Gli Azionisti dei Comparti oggetto di Fusione devono tenere presente che la tempistica in base alla quale riceveranno tali pagamenti residui in contanti dipenderà dai tempi e dalle modalità concordate tra gli Azionisti e la loro banca depositaria, broker e/o relativi Agenti di Compensazione per l’elaborazione di tali pagamenti.

Gli investitori nei Comparti oggetto di Fusione saranno in grado di 1) vendere azioni dei Comparti oggetto di fusione prima dell’orario di chiusura della relativa Ultima Data di Negoziazione, come specificata nella precedente tabella, (data di cancellazione del listino di Borsa Italiana: la relativa Data di Chiusura della Negoziazione), ovvero 2) ricevere azioni del corrispondente Comparto Ricevente alla relativa Data di Efficacia Applicabile. 

2. Raffronto tra le caratteristiche fondamentali dei Comparti

        1. Analogie tra le caratteristiche fondamentali dei Comparti:

I Comparti oggetto di Fusione e i Comparti Riceventi presentano le seguenti analogie:

– Tutti i Comparti oggetto di Fusione e tutti i Comparti Riceventi si qualificano come exchange traded fund conformi alla direttiva OICVM (UCITS ETF).

– Gli Azionisti dei Comparti oggetto di Fusione continueranno a detenere azioni in una società di investimento regolamentata e a godere delle garanzie generali applicabili agli organismi di investimento collettivo in valori mobiliari (OICVM) soggetti alla Direttiva 2009/65/CE. Pertanto, i diritti concessi agli Azionisti sono molto simili, fatto salvo quanto di seguito indicato.

– Gli obiettivi di investimento di tutti i Comparti oggetto di Fusione e dei corrispondenti Comparti Riceventi sono simili e, di conseguenza, i rischi legati agli investimenti nel Comparto oggetto di Fusione e nel corrispondente Comparto Ricevente sono ampiamente coincidenti.

– Ogni Comparto oggetto di Fusione e il corrispondente Comparto Ricevente presentano strutture di commissioni analoghe, come illustrato negli Allegati da I a X del presente avviso.

– Ciascun Comparto oggetto di Fusione e il corrispondente Comparto Ricevente hanno nomi simili con l’aggiunta dell’identificatore “(DR)” per i Comparti Riceventi a indicare che i Comparti Riceventi seguono una politica di investimento diretto.

        2. Differenze principali tra i Comparti: 

Le differenze specifiche tra ciascun Comparto oggetto di Fusione e il Comparto Ricevente corrispondente sono sintetizzate negli Allegati da I a X del presente avviso; si fanno qui presenti agli Azionisti le seguenti differenze principali:

– Il Fondo oggetto di Fusione è un OICVM lussemburghese soggetto alla Legge del 2010 mentre il Fondo Ricevente è un OICVM soggetto ai Regolamenti irlandesi 2011. Alla Data di Efficacia Applicabile, gli Azionisti di ciascun Comparto oggetto di Fusione che non riscatteranno le proprie azioni prima della relativa Data di Chiusura della Negoziazione (come definita nel successivo paragrafo 3) riceveranno le Azioni di un OICVM irlandese.

– Ciascuno dei Comparti oggetto di Fusione segue attualmente una politica di investimento indiretto (come stabilito nel relativo Allegato sul Prodotto del prospetto del Fondo oggetto di Fusione). Ciascuno dei Comparti Riceventi segue attualmente una politica di investimento diretto, in modo che i relativi Comparti Riceventi perseguano il loro obiettivo di investimento applicabile investendo direttamente in un portafoglio di valori mobiliari o altre attività idonee che potrebbero comprendere tutti o in parte il numero degli elementi costitutivi, o titoli collegati, agli elementi costitutivi del relativo Indice di Riferimento. La misura in cui un Comparto Ricevente utilizzerà tecniche di ottimizzazione dipenderà in parte dalla natura degli elementi costitutivi del suo Indice di Riferimento e sarà indicata nel Supplemento al Comparto Ricevente.

– Il termine ultimo per l’accoglimento delle richieste di sottoscrizioni o rimborsi sul mercato primario in relazione ai Comparti oggetto di Fusione pervenute nel corso dello stesso giorno corrisponde alle ore 17.00, ora del Lussemburgo, salvo diversamente definito nel relativo Allegato sul Prodotto (il “Giorno di Operazione”). Il termine ultimo per l’accoglimento delle richieste di sottoscrizioni o rimborsi sul mercato primario in  relazione ai Comparti Riceventi pervenute nel corso del Giorno Lavorativo precedente al relativo Giorno di Negoziazione corrisponde alle ore 16.30, ora di Dublino (il “Termine Ultimo di Negoziazione”).

– Le strutture gestionali del Fondo oggetto di Fusione e del Fondo Ricevente nonché dei fornitori dei servizi incaricati della gestione ordinaria degli investimenti, dell’amministrazione e della distribuzione non sono identiche:

o Il Fondo Ricevente è un OICVM autogestito e, pertanto, il Comparto Ricevente non è gestito da una società di gestione di OICVM, diversamente dai Comparti oggetto di Fusione, che sono gestiti da Deutsche Asset & Wealth Management Investment S.A., una società di gestione di OICVM;
o Deutsche International Corporate Services (Ireland) Limited agisce in qualità di gestore degli investimenti (il “Gestore degli Investimenti”) di tutti i Comparti Riceventi. Inoltre, il Gestore degli Investimenti ha nominato Deutsche Asset and Wealth Management Investment GmbH come sub-gestore degli investimenti (il “Sub-gestore degli Investimenti”) dei Comparti Riceventi per l’esecuzione di alcune funzioni gestionali. Il Sub-gestore degli Investimenti ha a sua volta nominato Deutsche Asset Management (UK) Limited come sub-gestore del portafoglio (il “Sub-gestore del Portafoglio”) dei Comparti Riceventi. Il gestore degli investimenti dei Comparti oggetto di Fusione è State Street Global Advisors Limited; o State Street Fund Services (Ireland) Limited agisce in qualità di amministratore e agente per la custodia dei registri del Fondo Ricevente, mentre State Street Bank Luxembourg S.A. agisce in qualità di agente amministrativo del Fondo oggetto di Fusione;
o State Street Fund Services (Ireland) Limited agisce in qualità di banca depositaria del Fondo Ricevente, mentre State Street Bank Luxembourg S.A. agisce in qualità di banca depositaria del Fondo oggetto di Fusione; e o PricewaterhouseCoopers agisce in qualità di revisore dei conti del Fondo Ricevente mentre Ernst & Young S.A. è il revisore dei conti del Fondo oggetto di Fusione. – Si rimanda agli Allegati da I a X del presente avviso per informazioni sulla valuta dei Comparti oggetto di Fusione e dei Comparti Riceventi nonché sulle rispettive classi di azioni.

3. Procedura di Incorporazione

Gli Azionisti che acquistano azioni dei Comparti o ne chiedono il rimborso sul mercato primario e che non dovessero trovarsi d’accordo con l’Incorporazione hanno facoltà di chiedere il rimborso delle proprie azioni nel rispettivo Comparto in conformità con i Prospetti dei Fondi (a  seconda dei casi). A tali rimborsi non sarà applicata alcuna commissione di rimborso fino a 5 Giorni Lavorativi prima della Data di Efficacia Applicabile rispetto a ciascun Comparto oggetto di Fusione, come indicato nella tabella precedente (la “Data di Chiusura della Negoziazione”). Si ricorda che i Fondi (come applicabile) non addebitano alcuna commissione di rimborso per la vendita di azioni sul mercato secondario. Si fa presente agli Azionisti che gli ordini sul mercato secondario possono comportare oneri che non dipendono dai Fondi (come applicabile) e ai quali non si applica la predetta esenzione da commissioni di rimborso. Gli ordini di vendita delle azioni su una borsa valori possono essere impartiti mediante un broker azionario o intermediario autorizzato. Le azioni dei Comparti oggetto di Fusione saranno rimossi dal mercato ETFPlus di Borsa Italiana S.p.A. alla Data di Chiusura della Negoziazione e la negoziazione delle azioni dei Comparti oggetto di Fusione su tale borsa valori cesserà all’orario di chiusura dell’Ultima Data di Negoziazione. La negoziazione delle azioni dei Comparti Riceventi sul mercato ETFPlus non sarà sospesa a seguito dell’Incorporazione.

La negoziazione (inclusi i rimborsi e le sottoscrizioni) di ciascun Comparto oggetto di Fusione cesserà alla relativa Data di Chiusura della Negoziazione indicata nella precedente tabella. I Comparti oggetto di Fusione saranno cancellati dal listino di Borsa Italiana S.p.A.
in parti data. Nel caso in cui vi fossero modifiche al periodo di chiusura della negoziazione e/o fosse necessaria una proroga del periodo a causa di circostanze impreviste, ne sarà data informazione agli Azionisti.
Gli Azionisti che non avessero già riscattato le loro azioni del Comparto oggetto di Fusione entro la relativa Data di Chiusura della Negoziazione riceveranno, alla Data di Efficacia Applicabile, un numero di Azioni del Comparto Ricevente, pari al Valore Attuale Netto delle Azioni
precedentemente ricevute nel Comparto oggetto di Fusione e potranno continuare a negoziare le medesime sul mercato ETFPlus gestito da Borsa Italiana S.p.A..
Tutte le attività e le passività in circolazione di ogni Comparto oggetto di Fusione saranno determinate in base al prospetto del Fondo oggetto di Fusione alla relativa Data di Efficacia Applicabile. In linea generale, le passività comprendono commissioni e spese maturate e sono o saranno rispecchiate nel Valore Patrimoniale Netto per Azione del relativo Comparto oggetto di Fusione. Eventuali passività aggiuntive maturate a partire dalla Data di Efficacia Applicabile saranno sostenute dal Comparto Ricevente corrispondente ed eventuali attività ricevute a partire dalla Data di Efficacia Applicabile saranno allocate al Comparto Ricevente corrispondente.

Prima dell’Incorporazione non sarà necessario un riallineamento delle posizioni di portafoglio del Comparto oggetto di Fusione mentre, a seguito dell’Incorporazione, per ciascun portafoglio del Comparto Ricevente potrebbe rendersi necessario un riallineamento delle posizioni di portafoglio a fronte delle attività conferite. Tutte le spese dell’Incorporazione nonché eventuali imposte e oneri esteri dovuti all’acquisizione da parte di ogni Comparto Ricevente delle attività nette del rispettivo Comparto oggetto di Fusione saranno sostenute da Deutsche Bank AG, filiale di Londra, nella misura richiesta dalle leggi applicabili e dai termini del prospetto del Fondo Ricevente. Non sussistono spese non ammortizzate. Il rendimento di ciascun Comparto Ricevente non sarà influenzato dall’Incorporazione e ciascun Comparto Ricevente non incorrerà in alcuna diluizione del rendimento esclusivamente in conseguenza dell’Incorporazione.

4. Impatto fiscale

Si raccomanda inoltre agli Azionisti di consultare il riepilogo del trattamento fiscale previsto dei Comparti e degli Azionisti negli attuali prospetti dei Fondi (a seconda dei casi). I Comparti oggetto di Fusione e i Comparti Riceventi non saranno soggetti a tassazione in Lussemburgo in conseguenza dell’Incorporazione. L’Incorporazione potrebbe determinare conseguenze fiscali a carico dell’Azionista. A seconda del Paese di domicilio o di residenza fiscale dell’Azionista, l’Incorporazione potrebbe, per esempio, determinare un onere fiscale per l’Azionista. Gli Azionisti sono esortati a consultare il proprio consulente fiscale sulle implicazioni dell’Incorporazione, a seconda del caso.

5. Disponibilità dei documenti

L’attuale versione del prospetto, i relativi supplementi, i documenti contenenti le informazioni chiave per gli investitori, l’atto costitutivo, l’ultima relazione annuale e l’ultima relazione semestrale del Fondo Ricevente sono disponibili gratuitamente presso la sede legale del Fondo oggetto di Fusione e del Fondo Ricevente. Non appena disponibili, copie della relazione del revisore legale approvato del Fondo oggetto di Fusione relativa all’Incorporazione saranno fornite gratuitamente, su richiesta, presso la sede legale del Fondo Ricevente.
Altra documentazione relativa al Fondo oggetto di Fusione e al Fondo Ricevente può essere visionata gratuitamente presso le rispettive sedi legali (a seconda dei casi).

6. Informazioni aggiuntive

Le spese dell’Incorporazione saranno sostenute da Deutsche Bank AG; filiale di Londra. Qualora, dopo la firma della proposta di fusione o dopo l’invio del presente avviso e prima della Data di Efficacia Applicabile, dovesse verificarsi un evento che potrebbe determinare un impatto significativamente svantaggioso sul Fondo oggetto di Fusione, sul Fondo Ricevente, su un Comparto oggetto di Fusione o su un Comparto Ricevente o sui rispettivi Azionisti, i Consigli potrebbero decidere di modificare la relativa Data di Efficacia Applicabile oppure di annullare l’Incorporazione del tutto o solo in relazione al Comparto oggetto di Fusione e al Comparto Ricevente interessati. Ove si assuma tale decisione, i Consigli adotteranno le azioni necessarie per informare senza ritardi gli Azionisti dei Comparti e le autorità regolamentari coinvolte. In caso di variazione di alcuna delle Date di Efficacia Applicabili, i Consigli informeranno gli Azionisti del Comparto oggetto di Fusione e del Comparto Ricevente interessati a mezzo di un avviso successivo indicante la nuova Data di Efficacia Applicabile (che coincide con la data di calcolo delrapporto di cambio) e la nuova Data di Chiusura della Negoziazione per ciascun Comparto oggetto di Fusione e Comparto Ricevente corrispondente. Per fugare ogni dubbio, tale avviso aggiuntivo sarà pubblicato sui siti web del Fondo oggetto di Fusione e del Fondo Ricevente non appena possibile, prima della Data di Efficacia Applicabile originaria stabilita in questo avviso e non più tardi di cinque (5) Giorni Lavorativi prima della Data di Efficacia Applicabile originaria.

In particolare, si richiama l’attenzione degli Investitori su quanto di seguito elencato:

– le sezioni “Fondi – Obiettivi e Politiche di Investimento”, “Fondi – Fondi con una Politica di Investimento Diretto” e “Fattori di Rischio” della parte generale del prospetto del Fondo Ricevente nonché dei Supplementi a ciascun Comparto Ricevente;

– il fatto che, a seguito dell’Incorporazione, ogni Comparto Ricevente potrebbe stipulare operazioni di prestito titoli, come descritto in maggior dettaglio nel prospetto del Fondo Ricevente e nel Supplemento relativo a ciascun Comparto Ricevente. In questo contesto, si richiama l’attenzione degli investitori sul fatto che, laddove siano consentite e accettate, le garanzie in contanti potrebbero essere reinvestite subordinatamente ai Limiti agli Investimenti; e

– il fatto che, a seguito dell’Incorporazione, ogni Comparto Ricevente sosterrà l’onere di eventuali Costi dell’Operazione che possano insorgere a suo carico.

Fonte: ETFWorld.it

Articoli Simili

Lyxor ETF cambio del nome per tre ETF

Redazione

DWS riduce le commissioni di gestione su 20 ETF Xtrackers a totale beneficio degli investitori

Redazione

Invesco ETF : Pagamento dividendo di un ETF

Redazione