ETFWorld.it

Gli Etp targati Boost anche in marzo si confermano tra i top performer in Italia

Boost Etp,  ha annunciato che nel mese di marzo due prodotti della società sono stati tra i best performer in Italia: il Boost Silver 3x Short Daily ETP ha registrato un +17,6% mentre il Boost FTSE MIB 3x Leverage Daily ETP ha registrato un incremento del 17,1%….

Se vuoi ricevere le principali notizie riguardanti gli ETF e gli ETC iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita.

Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


Viktor Nossek, Head of Research di BOOST ETP


Il Boost Silver 3x Short Daily ETP (3SIS), con un ritorno del 17,6%, e il Boost FTSE MIB 3x Leverage Daily ETP (3ITL), che ha segnato + 17,1%, sono stati a marzo tra i top performer sul mercato italiano;

Salito dell’8% in febbraio trascinato dai prezzi dell’oro, l’argento è sceso in marzo del 6%;

Il sentiment positivo in particolare verso le banche italiane ha favorito il FTSE nel sovraperformare i maggiori mercati azionari europei e americani. Il Ftse MIB in marzo è cresciuto del 6,1%.

Nel corso del primo trimestre del 2014 Boost ha più che raddoppiato le masse in gestione toccando quota 90 milioni di dollari. I volumi nello stesso periodo hanno superato i 0,5 miliardi di dollari, un incremento cinque volte superiore rispetto all’ultimo trimestre del 2013.

Viktor Nossek, Head of Research di Boost Etp ha così commentato:

“A seguito del rafforzamento registrato dai metalli preziosi in gennaio e per gran parte del mese di febbraio e dal momento che le tensioni sui mercati emergenti e i deludenti indicatori PMI in Cina hanno innescato il risk-off, argento e oro hanno chiuso marzo su livelli più deboli. Se in febbraio l’argento ha registrato un incremento dell’11% distanziando l’oro del 4%, a marzo invece è sceso del 7% sottoperformando l’oro del 3,6%. Il sentiment per gli asset rischiosi è stato relativamente controllato ma gli investitori rimangono sostanzialmente rialzisti sulle azioni italiane. Dopo alcuni anni di performance deludenti il FTSE MIBquest’anno ha battuto i principali mercati azionari europei e americani crescendo del 14% nel primo trimestre e del 6% solo nel mese di marzo”.

Le statistiche sulle performance evidenziano come gli ETP short & leveraged siano in grado di generare valore per gli investitori. Gli ETP S&L a leva tripla sono stati introdotti da BOOST ETP sul London Stock Exchange nel dicembre 2012 e in Borsa Italiana il 31 ottobre 2013. Gli investitori stanno rispondendo visibilmente alla disponibilità di nuovi prodotti, e lo dimostrano gli asset in gestione in continua crescita e il volume degli scambi sul mercato degli ETP targati BOOST.

Gli ETP Short e Leverage sono, infatti, strumenti estremamente interessanti per gli investitori in quanto concepiti per generare rendimenti a leva tripla e a leva tripla short in un singolo scambio. Questo tipo di esposizione consente agli investitori di trarre profitto sia da mercati in crescita che in calo, anche eliminando documentazioni di difficile comprensione o l’utilizzo di strumenti derivati.

A livello globale gli investitori continuano ad aumentare l’utilizzo di ETP S&L. Gli asset sono incrementati del 6% raggiungendo la quota record di 61,3 miliardi di dollari. La domanda di ETP S&L è anche riflessa dal valore degli asset in gestione di BOOST più che raddoppiati nel primo trimestre 2014. Complessivamente, gli asset investiti in prodotti ETP S&L azionari sono pari a 39,8 miliardi di dollari mentre quelli investiti in materie prime sono 4,2 miliardi di dollari.

Gli investitori ricorrono sempre più all’utilizzo degli ETP short e leverage per varie ragioni. C’è una più ampia disponibilità di prodotti, una maggiore comprensione grazie al miglioramento degli strumenti informativi e una maggiore domanda di strumenti hedging e leveraged disponibili.

Fonte: ETFWorld.it – Boost Etp

Articoli Simili

Giappone: PIL bene ma non benissimo

1admin

ETF : Quali i fattori che guidano le scelte di investimento

1admin

ETF obbligazionari: Il mercato europeo prende slancio

1admin