ETFWorld.it

16-11-2021 Invesco

Invesco: Transizione energetica, le domande di oggi per conoscere lo scenario di domani

Invesco : Ecco le risposte ad una serie di domande sulla transizione verso l’energia pulita riguardanti alcune delle principali questioni ancora aperte sulla futura evoluzione del settore

Se vuoi ricevere le principali notizie di ETFWorld.it iscriviti alle Nostre Newsletters gratuite. Clicca qui per iscriverti gratuitamente  


Intervista a Franco Rossetti, ETF Senior Relationship Manager di Invesco


Il ruolo dell’energia eolica nella generazione di energia, la diffusione delle auto elettriche, gli sviluppi sull’idrogeno e l’evoluzione dell’energia solare. Sono quattro tra le principali questioni aperte che riguardo la futura evoluzione del settore dell’energia. Ognuna di esse eserciterà nei prossimi 30 anni cambiamenti del nostro modo di vivere e del modo di generare energia. Franco Rossetti, ETF Senior Relationship Manager di Invesco, risponde alle singole questioni fornendo spunti interessanti.

Quali sono le prospettive per l’energia eolica?

Dopo un rapido sviluppo negli ultimi 20 anni, Il settore dell’energia eolica, sia onshore (a terra) che offshore (in mare) è pronto ad un ulteriore allungo. Secondo il Consiglio globale per l’energia eolica (GWeC, Global Wind Energy Council) dovrebbero essere oltre 355 i GW di capacità aggiuntiva per il periodo 2020-2024, che corrisponde a oltre 70 GW di nuove installazioni ogni anno fino al 2024 (rispetto ai 60 GW prodotti a livello globale nel 2019).

Quanto potranno diffondersi i veicoli elettrici?

Secondo l’Agenzia internazionale dell’energia nel 2019, la vendita delle automobili elettriche ha raggiunto i 2,1 milioni a livello globale portando lo stock a 7,2 milioni veicoli elettrici. Per una loro rapida diffusione di massa occorre ridurre soprattutto il costo delle batterie che incide in modo significativo su quello delle vetture elettriche (VE), per via dei componenti come nichel e cobalto. Si tratta tuttavia di ostacoli non insormontabili: grazie anche agli incentivi politici come i crediti d’imposta è possibile stimolare la domanda e sostenere la tendenza dei veicoli elettrici ad espandersi sul mercato a discapito di quelli a benzina e diesel.

L’idrogeno è destinato a diventare il nuovo petrolio?

Al momento, il principale ostacolo per gli sviluppi dell’idrogeno verde, un carburante privo di emissioni di carbonio realizzato con acqua, sono i costi della procedura per la produzione di idrogeno da energia a basse emissioni di carbonio. E’ incoraggiante però un’analisi dell’Agenzia internazionale dell’energia (AIE) secondo la quale il costo del solare fotovoltaico (FV) ed eolico potrebbe diminuire del 30%.

Quanta energia potrebbe essere generata dai pannelli solari nei prossimi 10 anni?

Una novità interessante riguardo alle ultime innovazioni in questo campo è lo sforzo, da parte dei fornitori di energia rinnovabile, di cercare di unire l’energia solare ad altre fonti di energia rinnovabile, amplificandone la diffusione. Secondo l’AIE, la produzione di energia tramite il solare fotovoltaico (FV) dovrebbe crescere di 5 volte dei prossimi 10 anni, da 720 Terawattora (TWh) a 3.300 TWh nel 2030. In base a queste previsioni la quota della produzione globale di elettricità del solare FV balzerebbe dall’attuale 3% circa al 13% entro 2030.

Quali le opportunità per gli investitori?

Per affrontare l’emergenza climatica la transizione verso l’energia pulita è una necessità e richiederà ingenti investimenti nelle rinnovabili, che produrranno potenziali e significative opportunità di crescita per il settore dell’energia pulita in tutta la catena di approvvigionamento.

Scopri di più sull’approccio ESG di Invesco


Informazioni importanti

Questa comunicazione di marketing è per pura finalità esemplificativa ed è riservata all’utilizzo da parte dei Clienti Professionali in Italia. Non è destinata e non può essere distribuita o comunicata ai clienti al dettaglio.

Si prega di non redistribuire.

Le informazioni riportate in questo documento sono aggiornate a ottobre 2021, salvo ove diversamente specificato.

Le opinioni espresse da professionisti o da un centro di investimento d’Invesco si basano sulle attuali condizioni di mercato, possono differire da quelle espresse da altri professionisti o centri d’investimento e sono soggette a modifiche senza preavviso.

II presente documento è stato comunicato in Italia da Invesco Management S.A., President Building, 37A Avenue JF Kennedy, L-1855 Luxembourg, regolamentata dalla  Commission de Surveillance du Secteur Financier, Luxembourg.

Fonte: Invesco

Articoli Simili

Lyxor ETF raggiunge il traguardo dei 100 miliardi di euro di patrimonio in gestione

Redazione

Tabula ETF supera i 500 milioni di dollari di assets in gestione

Redazione

VanEck ETF: quotazione in borsa e futuro sostenibile anche per gli asset digitali?

Redazione