fbpx
ETFWorld.it

Millet Francois Lyxor ETF

Lyxor ETF si rafforza nel segmento dei Green Bond

Lyxor annuncia che il Lyxor Green Bond (DR) UCITS ETF – Acc ha superato i 300 milioni di euro di patrimonio gestito[1], diventando il più grande ETF su obbligazioni green al mondo..

Se vuoi ricevere le principali notizie di ETFWorld.it iscriviti alle Nostre Newsletters gratuite. Clicca qui per iscriverti gratuitamente  


François Millet, Head of Strategy, ESG & Innovation di Lyxor ETF


Il raggiungimento di questo traguardo conferma la resilienza e il potenziale degli ETF ESG anche nel contesto di forte volatilità provocata dall’emergenza Covid-19.

Quotato nel febbraio 2017, il Lyxor Green Bond (DR) UCITS ETF è il primo ETF sui Green Bond al mondo e replica l’indice Solactive Green Bond EUR USD IG, composto da Green Bond « Investment Grade » denominati in euro e dollari USA emessi da emittenti sovranazionali, Governi, enti pubblici, imprese, banche e banche di sviluppo per finanziare progetti o attività in grado di portare un beneficio per l’ambiente sotto vari aspetti come, ad esempio, energia pulita, efficienza energetica negli edifici,  trasporti, acqua.

I Green Bond che possono entrare a fare parte dell’indice sono approvati in modo indipendente da Climate Bonds Initiative (CBI) e devono finanziare le attività individuate dalla Climate Bond Taxonomy rispettando i Climate Bonds Standards.

L’ETF ha ottenuto il label « Greenfin », creato alla fine del 2015 dal Ministero francese della Transizione Ecologica e Solidale per garantire la qualità « green » dei fondi di investimento.

Questo ETF è emblematico dell’impegno di Lyxor in campo ambientale, ulteriormente rafforzato attraverso la recente quotazione del primo ecosistema di ETF per contrastare i cambiamenti climatici, concepito per rispondere alla nuova normativa della Commissione Europea e alle ambizioni dell’Accordo di Parigi. Nel complesso, la gamma di Lyxor ETF ESG registra oltre 2 miliardi di euro di patrimonio in gestione[2].

L’attuale contesto di mercato, caratterizzato dall’emergenza Covid-19 e da un’elevata volatilità, ha rafforzato il graduale ma costante processo di conversione verso l’investimento sostenibile. Infatti, gli ETF con approccio ESG hanno registrato afflussi per 1 miliardo di euro in Europa a marzo, al culmine della crisi di mercato, e più di 10 miliardi di euro da inizio anno a fine maggio[3]. Questi investimenti, che non rispondono a piani di allocazione tattica a breve termine, tendono ad essere inseriti nella parte più stabile dei portafogli, e riflettono un cambiamento strutturale che sta coinvolgendo tutte le tipologie di investitori.

Le emissioni di Green Bond stanno attirando un crescente interesse da parte degli investitori che vogliono accelerare la transizione ecologica dei loro portafogli. Secondo Climate Bonds Initiative, le emissioni di obbligazioni verdi potrebbero raggiungere i 350 miliardi di dollari entro la fine del 2020, in netto aumento rispetto ai 257,5 miliardi di dollari del 2019[4].

François Millet, Head of Strategy, ESG & Innovation di Lyxor ETF, commenta: «In Lyxor, abbiamo fatto la scelta più di dieci anni fa di mettere gli investimenti socialmente responsabili al centro della nostra strategia d’investimento. Crediamo che gli ETF siano strumenti che possono consentire  agli investitori di raggiungere i loro obiettivi in campo ambientale. Gli ETF sono per loro stessa natura trasparenti, semplici e basati su dati, caratteristiche coerenti con le priorità ESG. Siamo orgogliosi che uno strumento così innovativo come il nostro ETF su Green Bond abbia raggiunto i 300 milioni di euro di patrimonio in gestione in tre anni».

Il Lyxor Green Bond (DR) UCITS ETF è quotato su Euronext, London Stock Exchange, Borsa Italiana, Xetra, OMX, BX Swiss. e ha un TER annuo dello 0,25%.


[1] Fonte: Lyxor International Asset Management, Bloomberg, dati al 29/05/2020.

[2] 2,08 miliardi di euro, al 22/05/2020. Fonte: Lyxor International Asset Management, Bloomberg.

[3] 10,6 miliardi di euro. Fonte: Lyxor ETF Research, al 09/06/2020.

[4] Fonte: Climate Bonds Initiative al 30/04/2020: https://www.climatebonds.net/

Fonte: ETFWorld.it

Articoli Simili

Ossiam: I tre motivi per continuare a credere nell’ESG

Redazione

Franklin Templeton: i consulenti finanziari vedono nei fattori ESG il potenziale per un’opportunità di crescita commerciale

Redazione

Tabula IM firma i Principi per l’Investimento Responsabile

Redazione