fbpx
ETFWorld.it

Source ha ampliato la propria offerta di ETF quotati su Borsa Italiana

Source offre una scelta di esposizioni uniche e mirate…


Se vuoi ricevere le principali notizie riguardanti gli ETF e gli ETC iscriviti alla Nostra Newsletter settimanale gratuita. Clicca qui per iscriverti gratuitamente.


{loadposition notizie}

Stefano Caleffi, Head of Italy and Southern Europe Coverage di Source


Due nuovi ETF obbligazionari che consentono agli investitori di accedere a portafogli con una bassa duration e di investire in obbligazioni societarie investment grade

Un ETF con un’esposizione ai mercati obbligazionari emergenti che utilizza un approccio basato sul PIL dei paesi e un ETF con un’esposizione efficiente a un indice azionario giapponese innovativo

Source ha ampliato la propria offerta di ETF quotati su Borsa Italiana. Il Source JPX-Nikkei 400 UCITS ETF offre un’esposizione efficiente ad un indice che sta rapidamente diventando il benchmark scelto per il mercato azionario giapponese. Si selezionano società in grado di creare valore per gli azionisti sulla base di fattori come la redditività del capitale proprio, l’utile operativo e la corporate governance.

Sono stati lanciati inoltre tre nuovi ETF a reddito fisso in collaborazione con PIMCO, una delle piú grandi società di gestione al mondo che offre soluzioni obbligazionarie innovative. Il PIMCO Low Duration US Corporate Bond Source UCITS ETF è un portafoglio gestito attivamente composto principalmente da obbligazioni investment grade denominate in dollari statunitensi. La duration complessiva del portafoglio, pari a un massimo di quattro anni, può essere interessante per gli investitori preoccupati dalle prospettive di rialzo dei tassi di interesse del mercato americano. Quotato su Borsa Italiana anche il PIMCO Low Duration Euro Corporate Bond Source UCITS ETF che adotta lo stesso tipo di approccio ma che investe prevalentemente in obbligazioni denominate in euro.

Per ultimo quotato il PIMCO EM Advantage Local Bond Index Source UCITS ETF, che seleziona e pondera i propri componenti sulla base del PIL, riducendo così l’esposizione ai paesi altamente indebitati, solitamente presenti negli approcci tradizionali di mercato, e offre contemporaneamente un’esposizione ad economie come in India e Cina, normalmente assenti in altri fondi. L’ETF effettua uno stacco cedolare con frequenza mensile e registra un rendimento a scadenza piú elevato rispetto ai paesi sviluppati (7.34% dato aggiornato al 30 Settembre 2016).

Stefano Caleffi, Head of Italy and Southern Europe Coverage di Source, ha commentato: “Riteniamo che gli investitori siano sempre piú interessati ad investire nel debito dei mercati emergenti, soprattutto se  nei mercati sviluppati si registrino bassi rendimenti obbligazionari, o addirittura, negativi. Visto l’attuale andamento positivo delle economie dei paesi emergenti rispetto ai paesi sviluppati, siamo entusiasti di potere offrire agli investitori una soluzione innovativa per ampliare l’esposizione a questa classe di attivi.”

Fonte: ETFWorld.it

Sottostante:

Articoli Simili

Invesco ETF : Pagamento dividendo di un ETF

Redazione

ETF iShares tre ETF prossimi al pagamento dividendo

Redazione

Invesco lancia un ETF obbligazionario ad accumulazione in Borsa Italiana

Redazione