ETFWorld.it

Lytle Michael John Tabula

Tabula ETF – Investitori professionali si aspettano che l’inflazione aumenti ulteriormente a breve e lungo termine

Tabula ETF – Investitori professionali si aspettano che l’inflazione aumenti ulteriormente a breve e lungo termine

Se vuoi ricevere le principali notizie di ETFWorld.it iscriviti alle Nostre Newsletters gratuite. Clicca qui per iscriverti gratuitamente


Michael John Lytle, CEO di Tabula Investment Management


  • Il 91% dei partecipanti al questionario ritiene che sia iniziata una “inversione demografica” inflazionistica, guidata dall’aumento dei salari in Cina e in altri paesi emergenti
  • Il 70% si aspetta un drammatico aumento del ritmo con cui l’economia mondiale passa dalla globalizzazione all’autarchia – indipendenza economica e autosufficienza – che alimenterà l’inflazione

Il provider europeo di ETF obbligazionari Tabula Investment Management Ltd  riporta che secondo l’ultimo studio condotto il 95% degli investitori si aspetta che l’inflazione nei prossimi 12 mesi aumenti più di quanto previsto da molti commentatori di mercato. Tabula ha condotto il sondaggio intervistando 100 gestori patrimoniali e investitori istituzionali che rappresentano circa 100 miliardi di euro di patrimonio in gestione nel Regno Unito, Francia, Germania, Italia e Svizzera.

Con i salari cinesi che si avvicinano ai livelli occidentali, ed i livelli dei salari delle economie emergenti che dovrebbero seguire la stessa tendenza, il 91% degli investitori professionali intervistati crede che una “inversione demografica” inflazionistica abbia iniziato a stringere la sua morsa.

Tabula, il cui US Enhanced Inflation UCITS ETF (BBG: TINE IM) fornisce un’esposizione combinata all’inflazione US attesa e realizzata in un unico indice, ha scoperto che molti investitori professionali ritengono che una serie di fattori di reflazione diventeranno ancora più importanti nei prossimi anni.

Il 97% degli investitori professionali intervistati ha identificato questa transizione dalla globalizzazione all’autarchia come un fattore di forte pressione verso l’alto sui livelli di inflazione nei prossimi tre anni. Allo stesso modo, l’87% ha indicato che l’enorme aumento delle spese in conto capitale previsto nel prossimo decennio sarà un altro fattore rilevante. Inoltre, 7 intervistati su 10 hanno citato politiche monetarie e fiscali allentate come un fattore inflazionistico aggiuntivo.

“Le politiche economiche, fiscali e monetarie attuate dai governi di tutto il mondo in risposta alla pandemia del Coronavirus hanno contribuito a un’impennata dell’inflazione, ma la nostra ricerca mostra che gli investitori professionali credono che ci siano tendenze demografiche e politiche a più lungo termine che potrebbero portare a un periodo prolungato di aumento dei prezzi”, ha detto il CEO di Tabula Michael John Lytle. “Sempre di più, gli investitori professionali non solo devono concentrarsi su come fornire crescita e reddito entro i parametri di rischio concordati, ma dovranno anche concentrarsi sui modi per affrontare l’aumento dell’inflazione”.

Fonte : ETFWorld.it

Articoli Simili

Tabula ETF – ETP a reddito fisso legati all’inflazione destinati a vedere un aumento di volumi investiti

Redazione

WisdomTree : Outlook per l’argento nel secondo trimestre del 2022

Redazione

21Shares: anche Cardano adotta gli smart contract, ma l’accounting non convince

Redazione