ETFWorld.it

Tabula lancia un ETF sul premio per il rischio di volatilità

Lytle MichaelJohn Tabula ETF

Tabula prosegue il suo sviluppo con il lancio del Tabula J.P. Morgan Global Credit Volatility Premium Index UCITS ETF che mira a catturare il premio per il rischio di volatilità di opzioni sugli indici di credito iTraxx Crossover e CDX High Yield…….


Michael John Lytle CEO di Tabula


    Questo fondo di Tabula è il primo ETF che fornisce accesso ai premi per il rischio di volatilità del credito (credit volatility risk premia).

    Il premio per il rischio di volatilità del credito ha storicamente superato il premio di volatilità dei titoli azionari.

    L’obiettivo della strategia è di neutralizzare l’esposizione al mercato attraverso una copertura giornaliera.

    L’indice ha mostrato una correlazione da bassa a negativa con la classe di titoli classici, come gli indici obligazionari e azionari,  mostrando al contempo rendimenti corretti per il rischio elevati.

Il provider europeo di ETF obligazionari Tabula Investment Management Limited ha lanciato il Tabula J.P. Morgan Global Credit Volatility Premium Index UCITS ETF, offrendo un prodotto passivo in grado di catturare la differenza tra la volatilità implicita e realizzata da opzioni su indici CDS.

L’ETF replica il rendimento dell’indice J.P. Morgan Global Credit Volatility Premium Index, il quale vende sinteticamente opzioni sull’ indice iTraxx Crossover (75 nomi europei) e sull’indice CDX HY i (100 nomi nordamericani), coprendo il rischio di spread del credito su base giornaliera.

La strategia che ne risulta offre una performance guidata dalla differenza tra la volatilità implicita e quella realizzata. Storicamente, il mercato delle opzioni su indici CDS prevede una volatilità maggiore di quella realizzata.

Gli indici CDS sono un mercato ampio e liquido, con un controvalore medio giornaliero degli scambi di circa 27 miliardi di dollari.

Tuttavia, sebbene vi sia un’ampia gamma di acquirenti di opzioni di credito, i venditori sono limitati, essendo confrontati a barriere all’ingresso relativamente elevate. 

Questo squilibrio strutturale contribuisce a far sì che la differenza storica tra volatilità implicita e realizzata sia superiore al premio equivalente disponibile sul mercato dei titoli azionari.

Vendendo opzioni sugli indici CDS e coprendo sistematicamente l’esposizione al mercato delle opzioni attraverso gli indici CDS sottostanti (“delta hedging”), la strategia cerca di catturare il premio della volatilità minimizzando il rischio di mercato.

L’ETF di Tabula permete di esporsi ad un mercato di difficile accesso grazie ad uno strumento passivo e liquido, senza necessitare delle norme ISDA o della gestione di richiesta di margini.

Questo ETF replica l’indice sottostante attraverso un total return swap investendo la liquidità residua in titoli di stato di breve termine.

 “Gli investitori sono alla ricerca di nuove fonti di rendimento strutturale aventi correlazioni limitate con i classici indici di mercato”, commenta l’Amministratore Delegato di Tabula Michael John Lytle, “Siamo molto lieti di poter lavorare con JP Morgan per trarre beneficio da questo premio per il rischio consegnadolo ai nostri clienti.”

Questo ETF è il primo della gamma di ETF obligazionari nella categoria dei premi per il rischio alternativi (alternative risk premia).

Tabula prevede di espandere ulteriormente la propria offerta all’inflazione, ai mercati monetari e ad una più ampia esposizione al mercato.

Danny White, direttore della strutturazione degli indici di credito di J.P Morgan afferma: “Gli investitori sono alla ricerca di modi più semplici per accedere al premio di volatilità disponibile nelle opzioni degli indici CDS.

Sebbene si tratti di un mercato di lunga data, le barriere all’ingresso hanno fatto sì che il prezzo di queste opzioni sia stato storicamente inefficiente rispetto alle opzioni di altre classi.

Il lancio odierno dovrebbe consentire agli investitori che non dispongono di un’infrastruttura operativa ed esecutiva significativa di accedere a questo tipo di strategia.

L’indice utilizza l’indici CDS ed i prezzi delle opzioni sugli indici CDS di IHS Markit. Gavan Nolan, Direttore del Fixed Income Pricing di IHS Markit commenta: “In qualità di fornitori leader di dati sui prezzi dei CDS con una lunga esperienza nei mercati finanziari, siamo lieti di estendere il confine del nostro miglio servizio della categoria per supportare il lancio di questo innovativo ETF.

Questo segmento del mercato dei derivati su crediti è in rapida crescita e il nostro pricing indipendente e multi-fonte per le opzioni su CDS contribuirà a garantire la trasparenza della performance dell’Indice”.

Riguardo l’ETF

Indice J.P. Morgan Global Credit Volatility Premium Index (Bloomberg Ticker: JCREVOLP Index)
Metodo di replica Indirect
Borsa London Stock Exchange
ISIN IE00BHPGG813
Bloomberg ticker TVOL LN
Trattemento della

rendita

Accumulating
Valuta di riferimento/negoziazione EUR
Costi di gestione 0.50%
Società di gestione Cheyne Capital Management (UK) LLP
Domicilio Irlanda
Paesi dove il fondo

è registrato

Austria, Danimarca, Finlandia, Germania, Irlanda, Italia, Norvegia, Svezia, Svizzera, Paesi Bassi, Regno Unito.

Riguardo l’indice

L’ETF cerca di replicare la performance del J.P. Morgan Global Credit Volatility Premium Index (JCREVOLP Index), un nuovo indice sviluppato da J.P. Morgan.

Offre un’esposizione short sulla volatilità degli indici CDS nordamericani ed europei ad alto rendimento (high yield).

L’indice riflette il rendimento della vendita sintetica di strangle (combinazione di opzioni) sull’iTraxx Crossover e il CDX HY, accompagnata da una copertura quotidiana contro il rischio di mercato degli stessi indici, con un ribilianciamento della posizione mensile.

L’indice è calcolato da IHS Markit.

Fonte : ETFWorld

Articoli Simili

Lyxor quota il primo ETF in Europa sui Mercati Emergenti ex. Cina

1admin

ETC Gold quotato sulla Borsa Tedesca

1admin

Amun quota un nuovo ETP sui bitcoin sulla Borsa Svizzera

Falco64