ETFWorld.it

Branda Francesco UBS ETF

UBS ETF sulle obbligazioni delle Banche Internazionali di Sviluppo raggiunge 1 miliardo di dollari di asset

UBS ETF : L’ETF di UBS Asset Management sulle obbligazioni delle Banche Internazionali di Sviluppo raggiunge 1 miliardo di dollari di asset

Se vuoi ricevere le principali notizie di ETFWorld.it iscriviti alle Nostre Newsletters gratuite. Clicca qui per iscriverti gratuitamente  


Francesco Branda, Head ETF & Index Fund Sales Italy, UBS Asset Management


    UBS ETF Sustainable Development Bank Bonds UCITS ETF, primo ETF UCITS che consente di investire in obbligazioni emesse da Banche Internazionali di Sviluppo (come Gruppo Banca Mondiale e Banca Asiatica di Sviluppo), ha superato il traguardo di 1 miliardo di dollari di asset, consolidando il suo primato di ETF del suo tipo più grande.

    Le attività delle Banche Internazionali di Sviluppo possono essere considerate come impact-investing.

    L’ETF offre agli investitori un’esposizione a obbligazioni con elevato rating investment grade e con un forte profilo di sostenibilità.

Il Sustainable Development Bank Bonds UCITS ETF di UBS Asset Management – il primo ETF UCITS che investe in obbligazioni emesse da Banche Internazionali di Sviluppo – ha superato 1 miliardo di dollari di attivi in gestione. L’ETF ha attirato una forte domanda da parte degli investitori che desiderano accedere a un’esposizione obbligazionaria in USD con elevato rating investment grade e con un forte profilo di sostenibilità.

I fondi raccolti dalle Banche Internazionali di Sviluppo, come il Gruppo Banca Mondiale, finanziano progetti volti ad alleviare la povertà, migliorare le infrastrutture, proteggere l’ambiente e portare benefici sociali. Le loro attività possono essere categorizzate come impact-investing, area che attrae una forte domanda da parte degli investitori sensibili alla sostenibilità.

Le Banche Internazionali di Sviluppo forniscono un alto livello di trasparenza sulle loro attività e i loro progetti sono strettamente allineati agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite (SDGs). Recentemente, hanno aiutato ad affrontare l’impatto negativo della crisi del Covid-19 sulle economie in via di sviluppo. La Banca Mondiale da sola prevede di impiegare fino a 160 miliardi di dollari a questo scopo entro giugno 2021.

Da un punto di vista finanziario, le obbligazioni delle Banche Internazionali di Sviluppo incluse nell’ETF hanno un’ottima affidabilità creditizia certificata dai rating AAA di Moody’s, S&P e Fitch. Questo è possibile grazie al forte sostegno degli azionisti e al loro cosiddetto “status di creditore preferito”, che implica la priorità su qualsiasi altro creditore.

L’ETF può essere utilizzato come un’alternativa sostenibile all’esposizione in obbligazioni ad elevato rating in USD, che rappresenta un’ampia quota delle tipiche allocazioni a reddito fisso. Questo strumento può migliorare il profilo di sostenibilità di un portafoglio e offre un rendimento leggermente superiore rispetto ai Treasury statunitensi che hanno la stessa duration.

Francesco Branda, Head ETF & Index Fund Sales Italy, UBS Asset Management ha dichiarato: “I nostri clienti vedono le obbligazioni delle Banche Internazionali di Sviluppo come un modo interessante per migliorare il profilo di sostenibilità dei loro portafogli, sostenendo al contempo progetti di sviluppo ad alto impatto in tutto il mondo. È il loro impegno per la sostenibilità che ha aiutato questo strumento a raggiungere il traguardo di 1 miliardo di dollari. UBS ETF continua a innovare in questo ambito; le novità più recenti sono state il lancio degli ETF Climate Aware e e la gamma di ETF Paris-Aligned”.

Il traguardo di 1 miliardo di dollari di masse raggiunto dall’ETF Sustainable Development Bank contribuisce a consolidare il ruolo di primo piano di UBS Asset Management nel campo degli ETF ESG. L’asset manager, infatti, è uno dei maggiori emittenti europei in questo campo con 28 miliardi di dollari in gestione.

L’UBS ETF Sustainable Development Bank Bonds UCITS ETF è quotato su cinque Borse (SIX Swiss Exchange, Xetra, Borsa Italiana, London Stock Exchange, Mexican Stock Exchange) ed è disponibile in tre classi con copertura valutaria (EUR, CHF e GBP), nonché nella classe non hedged, espressa in USD.

Fonte: ETFWorld.it

Articoli Simili

21Shares e comdirect uniscono le forze per portare gli ETP sulle criptovalute nei portafogli degli investitori

Redazione

VanEck ETF: crescita record in Europa

Redazione

WisdomTree : Materie prime e oro: strumenti di copertura fondamentali contro l’inflazione

Redazione